Manifestano gli studenti del Gravina (plesso San Francesco): «Siamo la scuola che non c’è»

Manifestano gli studenti del Gravina (plesso San Francesco): «Siamo la scuola che non c’è»

Tornano a manifestare gli studenti del Gravina (plesso San Francesco). Questa mattina i ragazzi hanno deciso di non seguire le lezioni e si sono dati appuntamenti davanti al portone dell’istituto per ribadire ancora una volta «che in quelle aule non si può fare lezione».

Le condizioni strutturali precarie dell’edificio, che ospita il liceo Coreutico, il liceo musicale e il liceo linguistico, sono ben note da tempo e ieri, con le forti piogge cadute sulla città, la situazione è degenerata ancor di più. I ragazzi e il personale scolastico hanno dovuto sistemare dei secchi per raccogliere l’acqua piovana caduta nei corridoi e nelle classi.

«Abbiamo toccato il fondo – spiega Matteo Mascaro rappresentante d’istituto del Liceo Gravina -, siamo una scuola dimenticata, non abbiamo servizi elementari, non abbiamo un’aula magna, non abbiamo laboratori che possiamo adoperare, ma in compensano abbiamo muffa e acqua nei corridoi. Siamo la scuola che non c’è. Abbiamo bisogno di risposte immediate, non vogliamo necessariamente un plesso nuovo, vogliamo solo che ci permettano di fare lezione e studiare».

La settimana scorsa il presidente della Provincia di Crotone Ugo Pugliese ha visitato la scuola.