“Maryam – La passione di una madre” del crotonese Luca Liotti ai David di Donatello 2022

“Maryam – La passione di una madre” del crotonese Luca Liotti ai David di Donatello 2022

Un territorio che si conferma fucina di talenti, parliamo della città di Crotone. Tra questi c’è anche un figlio di questa terra che la vita l’ha portato ad operare lontano da questi luoghi, senza però intaccarne l’attaccamento e l’amore. Parliamo di Luca Liotti, regista, che ha dato vita nel 2021 alle riprese del cortometraggio “Maryam . La passione di una madre”, opera che ora concorre ai David di Donatello 2022.

A parlarci con entusiasmo di questo cortometraggio è stato lo stesso Luca Liotti.

«Si tratta di un cortometraggio girato tra i mesi di giugno e luglio 2021, in Toscana con il patrocinio del Comune di Rosignano Marittimo e Terranuova Bracciolini. è stato ambientato in un piccolo borghetto dell’appennino aretino. Abbiamo allestito una scenografia in questo Borgo che riflette la Gerusalemme degli anni legati alla Passione di Cristo».

Un’opera importante basata però sul punto di vista di una madre, Maria.

«A differenza di altri piccoli cortometraggi è stato un lavoro importante sia per quanto riguarda la scenografia che per la logistica. Ad essere trattata è la Passione di Cristo ma dal punto di vista di Maria, da madre che vuole salvare e proteggere il proprio figlio, si tratta di una novità nel campo della cinematografia. Il lavoro ha una durata di circa 7 minuti e 30 secondi che arriva poi a poco più di 10 minuti comprensivo di parte finale, titolo di coda e titoli iniziali».

Un lavoro nato dall’intuito di Luca Liotti con la collaborazione di Raffaele Musimeci.

«E’ stato scritto da me, sono nato e cresciuto a Crotone. Mi sono sempre occupato di scritture. Si tratta della mia seconda esperienza nel campo cinematografico. In passato mi sono occupato di un altro cortometraggio, “Doom “ che ha partecipato ai “David di Donatello 2021”, opera a basso budget. Questa volta abbiamo deciso di investire per partecipare ai “David di Donatello 2022”, e per fortuna ci siamo riusciti».

Anche le maestranze hanno richiesto un grande investimento.

«Abbiamo preso sei attori teatrali, circa venti comparse oltre ad una troupe cinematografica. Al momento “Maryam” può annoverare una decina di premi nazionali ed internazionali».

A contribuire economicamente alla riuscita di questa opera una docente, venuta poi a mancare alla quale il cortometraggio è dedicato, Pia Maria Quartucci.

«Lei era originaria di San Giovanni in Fiore, in vita ha amato i suoi alunni come figli. Alla sua scomparsa ha deciso anche di lasciare un contributo in modo che questa opera potesse vedere la luce».

Una colonna sonora scritta da Luca Liotti.

«Risulta presente nei store online, può essere sia ascoltare che comprare, mentre il cortometraggio può essere noleggiato sul canale Vimeo».

Un sogno nel cassetto?

«Poter portare questo cortometraggio a Crotone. Farebbe piacere mostrarlo ai miei concittadini».

Leonardo Vallone

Sfoglia la gallery