Mesoraca, giornata di storia e arte sulla Chiesa del Ritiro

Mesoraca, giornata di storia e arte sulla Chiesa del Ritiro

Mesoraca (KR) – Si è svolta ieri una giornata all’insegna della cultura locale, interamente dedicata all’arte e alla storia della chiesa monumentale del Ritiro di Mesoraca, di cui è stata diffusa una guida storico-artistica, curata dal prof. Francesco Spinelli, tradotta in quattro lingue e la cui traduzione in lingua inglese è stata interamente realizzata dagli studenti del Liceo R.L.Satriani che hanno accompagnato gli ospiti in un appassionante viaggio virtuale attraverso le meraviglie custodite in questo straordinario scrigno religioso.

Il tutto è stato arricchito dalla parata in costume, con duelli, danze, coreografie d’altri tempi a cura dell’associazione Trischine di Taverna.

 

Hanno partecipato all’evento il prof. Francesco Spinelli, organizzatore dell’evento; l’Arcivescovo della diocesi di Santa Severina-Crotone, mons. Angelo Raffaele Panzetta che ci ha onorati della sua visita ed esortati a continuare il percorso di stretta collaborazione intrapreso per la salvaguardia dell’immenso patrimonio storico, religioso, culturale di Mesoraca ; il prof. Giuseppe Caridi dell’Università degli Studi di Messina, illustre studioso di fama internazionale; l’Amministrazione comunale tutta; l’Arma dei Carabinieri ,personalità del mondo religioso e della  politica e cultura locale.

Un caloroso grazie a Don  Antonio Arcuri, da sempre disponibile e attento conoscitore del patrimonio storico religioso del nostro territorio, il quale ci ha aperto le porte della Chiesa Monumentale del Ritiro permettendoci di realizzare un evento di tale importanza .

Grazie a tutte le associazioni che, da sempre , collaborano attivamente sul territorio: Croce Rossa, Pro Loco , Prociv Arci, la Maruca , alla Polizia Municipale, a Piero Marrazzo e Pino Bubba, tecnici del suono e addetti al mixer.

La manifestazione è stata filmata dagli operatori di Video Calabria.

Il progetto è frutto di un lungo percorso di studi, di ricerche  e di collaborazioni che il prof.Spinelli ha curato in questi anni mai risparmiandosi, perché fortemente convinto del valore pedagogico che la conoscenza e la divulgazione della storia hanno da sempre sulla costruzione della nostra identità culturale.