“Message to Ukraine”, condividere messaggi di solidarietà con i rifugiati

“Message to Ukraine”, condividere messaggi di solidarietà con i rifugiati

Il portale di apprendimento Preply traduce in ucraino espressioni di solidarietà da tutto il mondo e le fa ascoltare ai rifugiati alla stazione di Varsavia.

In seguito all’attacco all’Ucraina e al crescente numero di rifugiati, il portale di apprendimento ha creato la piattaforma “Message to Ukraine” grazie alla quale persone da tutto il mondo possono inviare messaggi di solidarietà al popolo ucraino. Più di 5.200 messaggi da 115 paesi in 84 lingue sono già stati scritti, tradotti e distribuiti attraverso la piattaforma. L’azienda ha spostato la sua sede principale negli Stati Uniti ma ha mantenuto una sede a Kyiv.

I messaggi possono essere scritti in qualsiasi lingua e vengono poi tradotti in ucraino da traduttori professionisti. Essi vengono poi distribuiti al pubblico tramite cartelloni digitali nella stazione centrale ferroviaria di Varsavia, in Polonia, tra gli altri luoghi, e diffusi tramite i social network. La stazione ferroviaria di Varsavia è attualmente il più grande hub per i rifugiati dall’Ucraina. Le Nazioni Unite stimano che circa tre milioni di persone stiano fuggendo dall’Ucraina.

Messaggi come questo di Iza in Polonia raggiungono i rifugiati: “Siamo con voi in questa difficile situazione. Nonostante il nostro comune passato, combatteremo il male con l’amore. Crediamo fermamente che presto vivrete di nuovo in un paese libero!”

Il seguente messaggio da Teheran in Iran è stato originariamente condiviso in arabo: “Prego per voi e per la vostra salute. Spero che questa guerra senza senso finisca presto!”. Nella piattaforma interattiva online, questo messaggio può ora essere letto in arabo, ucraino e inglese.

“State attraversando un momento doloroso, ma sappiate che sono con voi fino in fondo! Tenete duro”, condivide un anonimo sostenitore da Sydney, Australia