Mezzi fatiscenti e ritardi, gli studenti chiedono un adeguamento del trasporto pubblico

Mezzi fatiscenti e ritardi, gli studenti chiedono un adeguamento del trasporto pubblico

Una delegazione di ragazzi è stata ricevuto in Provincia

Una delegazione di studenti del Liceo Scientifico “Satriani” di Petilia Policastro e del plesso distaccato di Mesoraca è stata ricevuta questa mattina dal presidente facente funzioni della Provincia di Crotone Vincenzo Lagani, dal dirigente del settore Edilizia Scolastica architetto Nicola Artese e dal capo di gabinetto dott. Roberto Lumare.
Gli studenti hanno richiesto l’incontro per sollecitare un intervento da parte dell’Ente intermedio per un adeguamento del servizio trasporto pubblico extraurbano per studenti.
In particolare gli studenti hanno evidenziato l’insufficienza del servizio, i ritardi e la fatiscenza di alcuni mezzi.

La capienza e le norme per il contenimento del contagio da Covid-19 destano preoccupazione nella popolazione scolastica, la problematica è stata infatti sollevata non solo dagli studenti di Petilia Policastro e Mesoraca, ma più in generale e in modo diffuso dagli studenti che frequentano gli istituti scolastici della provincia di Crotone.
La Provincia di Crotone pur non avendo competenze dirette, essendo il servizio di competenza regionale, ha manifestato attraverso il dirigente del settore, la volontà e la disponibilità a farsi portavoce delle problematiche evidenziate dagli studenti ai tavoli tecnici ad i quali parteciperà.

Al riguardo ha informato gli studenti che il 19 novembre è stata convocata dal Prefetto di Crotone e si terrà in video conferenza una riunione per la condivisione e l’approvazione del Piano servizi aggiuntivi per il trasporto pubblico urbano ed extraurbano per studenti. Alla riunione sono stati invitati la Regione Calabria, assessore Trasporti pubblici ing. Tarsia, il presidente f.f. della Provincia di Crotone Vincenzo Lagani, il sindaco di Crotone Vincenzo Voce, il Questore di Crotone, il Comandante Carabinieri, il Comandante della Guardia di Finanza, l’Ufficio scolastico regionale, le Ferrovie della Calabria e le Autolinee F.lli Romano.

In quella occasione la Provincia di Crotone si farà portavoce delle segnalazioni ricevute e delle problematiche sottoposte alla sua attenzione.
In conclusione dell’incontro gli studenti pur ringraziando i rappresentanti dell’Ente intermedio per l’interlocuzione e la disponibilità, ha confermato che proseguiranno la protesta, disertando le aule scolastiche, fino alla risoluzione del problema.