Michela Stigliano: «Il Liceo Classico forma la mente: amo la fotografia»

Michela Stigliano: «Il Liceo Classico forma la mente: amo la fotografia»

La giovanissima fotografa Michela Stigliano del Gruppo Fotoamatori Crotone ha portato a casa  il concorso Trieste Photo Days, nella categoria Young. Una soddisfazione per lei, amante della fotografia, dove il suo “Memories” ha conquistato tutta la giuria. Un volto narrato in una fotografia che racconta la storia di una donna ormai anziana che ha vissuto una vita di lavoro e sacrifici e che trova la forza di andare avanti proprio nei ricordi e nella fede.

Michela Stigliano frequenta il Liceo Classico Pitagora: «La fotografia secondo me è un modo di raccontare una storia ed è questo il bello, è un modo per raccontare la realtà».  La passione gli è stata trasmessa dal padre, anche lui membro del gruppo Fotoamatori Crotone:  «Mi ha da sempre educata all’arte fotografica. Mi approccio ad essa con tanta curiosità e tanto coraggio perchè bisogna saper cogliere il particolare e non aver paura delle conseguenze».

Fotografia che, con la sua macchina personale, potrebbe diventare un lavoro:«Sarebbe bello ma è molto difficile perchè  il lavoro di reporter sarebbe una vita diversa da quella a cui sono abituata. Ma sì, sarebbe bello farne un lavoro».  Quello che ha colpito la giuria del Trieste Photo Days è lo studio della fotografia: «La foto che ho portato è stata realizzata insieme al gruppo fotoamatori che racconta una storia, quella di una donna che ha sofferto». Negli occhi della studentessa, c’è studio e amore per i particolari: «I social hanno avvicinato i ragazzi al mondo della fotografia, che è ben diversa a quella che studio io, a cui dedico tanto amore e impegno». Impegno profuso anche tra i banchi di scuola: «Penso che il Liceo Classico Pitagora sia una scuola che formi il pensiero, che offre una forma mentis e che mi può aiutare in qualsiasi ambito della mia vita, perchè mi insegna a ragionare sulle cose».

Nel futuro di Michela Stigliano c’è studio e impegno, come lei stessa ci ha confidato: «Sicuramente Michela è una ragazza che ha tanta voglia di fare e di imparare».

 

Danilo Ruberto