Monitoraggio Lea: Calabria inadempiente

Monitoraggio Lea: Calabria inadempiente

Secondo il Ministero della Salute la regione deve superare criticità su alcune aree di assistenza sanitaria

Ancora un dato negativo della sanità regionale. é stato illustrato il documento “Monitoraggio dei Lea attraverso la Griglia Lea – Metodologia e risultati dell’anno 2016″, curato dell’Ufficio VI della Direzione generale della programmazione sanitaria del Ministero della Salute. Quello che emerge, ancora una volta, non fa di certo tirare un sospiro di sollievo alla Calabria.

«Nel 2016 – è scritto in una nota stampa pubblicata sul sito ufficiale del Ministero della Salute – risultano adempienti, in base ai 33 indicatori della cosiddetta “Griglia LEA”, la maggior parte delle 16 regioni monitorate, ad esclusione di Calabria e Campania che si collocano nella classe “inadempiente”. Le due regioni, che sono sottoposte ai Piani di Rientro, dovranno superare le criticità rilevate su alcune aree dell’assistenza tra cui, in particolar modo, quelle degli screening, della prevenzione veterinaria, dell’assistenza agli anziani e ai disabili, dell’assistenza ai malati terminali, dell’appropriatezza nell’assistenza ospedaliera (es. parti cesarei). Per queste regioni, il monitoraggio delle criticità è effettuato nell’ambito degli obiettivi previsti dai rispettivi Programmi Operativi 2016-2018».

Un quadro insomma che sembra essere la fotocopia di quella che già era la situazione della sanità calabrese che continua ad “arrancare” senza però riuscire a venire fuori da una situazione difficile. Un dato positivo però c’è e riguarda i vaccini. La copertura nei bambini a 24 mesi per ciclo base (polio, difterite, tetano, epatite B, pertosse, Hib) risulta totalmente raggiunta anche in Calabria oltre che in Lazio, Abruzzo, Molise, Basilicata e Sardegna. «Quanto descritto – si legge nella nota ufficiale del Ministero – sottolinea la necessità di monitorare il mantenimento dell’erogazione dei LEA per tutte le regioni italiane e andando oltre la valutazione della adempienza complessiva ovvero analizzando, attraverso gli indicatori della Griglia LEA, le singole aree che la compongono.

La pubblicazione annuale della Monografia rappresenta un importante strumento di supporto e di ausilio nelle attività di promozione e tutela della salute e nella valutazione degli interventi attuati in ambito sanitario a disposizione delle istituzioni politiche e programmatorie sia a livello nazionale che regionale e locale».