Monsignor Angelo Panzetta ha incontrato la gente nella concattedrale di Santa Severina

Monsignor Angelo Panzetta ha incontrato la gente nella concattedrale di Santa Severina

La mattina successiva alla presa di possesso dell’Arcidiocesi di Crotone-Santa Severina, il Presule Angelo Raffaele Panzetta ha fatto visita, nella mattinata dell’Epifania, alla Concattedrale di Santa Severina. Ha pregato Sant’Anastasia, compatrona della nostra Arcidiocesi, incontrando i fedeli convenuti a messa, il clero, e gli amministratori locali. Tanti bambini hanno atteso il loro Vescovo, il nuovo Pastore chiamato a guidare la nostra comunità. Anche a Santa Severina, come al PalaMilone, si è soffermato sul «futuro che anima la vicenda umana», ovvero la missione affidatagli nel territorio crotonese che deve essere una «diaconia della speranza», ovvero un servizio affinchè la gente possa riassumere la speranza.

«Sono in perfetta sintonia con voi, profondamente dentro quell’auspicio che don Pier Paolo, il parroco, ha presentato qui nei saluti. Ringrazio la comunità di Santa Severina per il dono splendido che mi è stato fatto, ringrazio per questa croce pettorale, una croce che porta con sè lo splendore della Pasqua. Il segno è importante, perchè la speranza è fiorita proprio sulla croce di Gesù, nella Pasqua di Gesù si è dischiusa la passione per il futuro rinnovato. Io mi sono documentato prima di venire a Crotone-Santa Severina, ho cercato di capire come era fatta questa Diocesi, e mi ha colpito subito questo centro molto bello, uno dei borghi più belli d’Italia. Questo rende piacevole il vivere qui, ma noi non siamo solamente musei, noi siamo comunità viva. La più bella realtà di Santa Severina sono le persone di Santa Severina, che certamente godono del passato, ma vivono il presente, e immaginano, custodiscono e si attrezzano per il futuro. Sono venuto qui proprio come testimone di ciò che Paolo ha detto nella Seconda Lettura che abbiamo ascoltato: San Paolo ha detto che gli è stato affidato il ministero della grazia. Io mi sento venuto in mezzo a voi come Ministro della Grazia di Dio». Al termine della cerimonia, ha porto il proprio saluto al Vescovo anche il sindaco della città dei ragazzi di Santa Severina.

Le foto sono di Antonio Parisi (Tonino)