Natale 2021: 206 euro a testa per i regali (+17%)

Natale 2021: 206 euro a testa per i regali (+17%)

Per il Natale 2021 torna lo shopping con gli italiani che prevedono di spendere 206 a testa in regali, con un aumento del 17% rispetto all’anno precedente, spinto dalla voglia di tornare a festeggiare insieme, nonostante la preoccupazione per la risalite dei contagi e le misure di restrizione. E’ quanto emerge dall’indagine Coldiretti/Ixè diffusa in occasione del penultimo week end utile per acquistare i doni da mettere sotto l’albero, con i centri delle città, i mercatini e le strutture commerciali presi d’assalto dai 16,2 milioni di italiani che sono soliti acquistarli proprio nelle ultime due settimane prima dell’appuntamento natalizio.

La ripresa dei contagi e le misure di contenimento della pandemia Covid con il ritorno delle mascherine lungo le vie dello shopping, non hanno fermato gli italiani che spenderanno in media 206 euro in regali, una cifra superiore non solo al Natale dello scorso anno ma anche alla media degli ultimi cinque anni prima della pandemia.  Il 41% di chi farà regali conterrà il budget sotto la soglia dei 100 euro, mentre il 26% arriverà fino a 200 euro – sostiene Coldiretti – e un altro 15% si spingerà a 300 euro. Ma c’è anche un 10% che spenderà tra 300 e 500 euro, un 4% che arriverà a 1000 e una ristrettissima minoranza dell’1% che supererà i 2000 euro. Gli altri non regaleranno niente o non hanno ancora deciso quanto spendere.

Tra i doni più gettonati ci sono l’enogastronomia – secondo Coldiretti/Ixe’ -, assieme ad abbigliamento e accessori, giocattoli, libri, musica, tecnologia, articoli per la casa, fino a biglietti per concerti, partite, coupon per vacanze, ecc. Anche nelle feste del post Covid si conferma comunque la tendenza al regali utile, magari da usare subito per imbandire le tavole delle feste per parenti amici.

Il canale preferito per gli acquisti rimane il web ma recuperano terreno i negozi tradizionali, da quelli dei centri urbani a quelli delle grandi strutture commerciali. Si registra anche un prepotente ritorno dello shopping nei mercatini, frequentati da oltre la metà degli italiani (51%), anche per sfuggire alle solite offerte standardizzate nell’acquisto dei regali per se stessi e per gli altri scovando curiosità e novità ad originalità garantita. Una tendenza spinta anche dalla possibilità di stare all’aria aperta, seppur nel rispetto delle norme di sicurezza entrate in vigore in molte località con l’uso delle mascherine. Tra quanti frequenteranno i mercatini solo il 7% non farà alcun acquisto mentre la maggioranza (51%) spenderà in prodotti enogastronomici che rappresentano l’acquisto piu’ gettonato anche se molti scelgono decori natalizi, prodotti per la casa, oggetti artigianali, capi di abbigliamento e giocattoli, secondo Coldiretti/Ixe’. Una tendenza favorita anche dalla aperture speciali di molti mercati contadini di Campagna Amica nelle città e località turistiche lungo la Penisola.

Fonte: Coldiretti