Nel weekend doppio concerto con Jae Hong Park e Anton Jablokov

Nel weekend doppio concerto con Jae Hong Park e Anton Jablokov

È veramente difficile descrivere le innumerevoli sensazioni che la superba, virtuosa-violinista Ava Bahari, vincitrice del II Premio al Concorso Internazionale “N.Paganini”, accompagnata dall’Orchestra “O.Stillo” della Società Beethoven Acam di Crotone, nell’ambito della Stagione Concertistica “l’Hera della Magna Grecia” V Edizione, ha saputo suscitare, ad un pubblico entusiasta che gremiva l’Auditorium “Sandro Pertini” gentilmente messo a disposizione dalla Dirigente Dottssa Anna Maria Maltese, Domenica 06 Novembre 2022.

La serata si è aperta con l’esecuzione da parte dell’Orchestra del “Concerto in La Magg.” di A Vivaldi al quale ha fatto seguito un bellissimo “Divertimento K 137” di Mozart.

Subito dopo la bellissima introduzione da parte dell’Orchestra la Bahari ha attaccato il “Concerto in Do Magg.” di Haydn.

Una esecuzione la sua nella quale traspariva subito energia ed entusiasmo giovanile, trasparenza del dialogo delle voci ed eleganza nel fraseggio, tecnica formidabile, capacità introspettiva, espressività che arrivava negli angoli più nascosti dell’animo, eccellente sottigliezza di piani dinamici, una capacita unica nel dialogo con l’orchestra.
Nel secondo tempo poi l’adagio ha veramente toccato vertici espressivi che solo pochi eletti possono vantare.

Avvincente, elegante ed intelligente, arricchito da una sensibilità non comune il concerto di Haydn sembrava trasfigurato nella sua stesura e dimensione.

Una lettura, quella dell’orchestra e della solista, particolarmente energica e fedele dalla quale nella ruvidezza della massa sonora emergono sprazzi di luce salvifica.

Ultimo brano in programma le superbe variazioni di Paganini sul tema del “Carnevale di Venezia”.
Un’opera questa in cui tutte la possibilità tecniche e virtuosistiche del violino sono messa veramente alla prova del fuoco.
La Bahari ha dimostrato veramente di essere all’altezza del compito.

Pizzicati, staccati, doppie note, scale e arpeggi velocissimi, e ogni sorta di difficoltà tecniche erano presenti e superate con una semplicità che aveva dell’incredibile solo ad immaginarlo
Una virtuosità, quella espressa nel concerto, che sembra andare oltre ogni forma di umano.
Inutile sottolineare che il pubblico era letteralmente ammutolito, per poi esplodere in ovazioni interminabili.

Una realtà artistica quella della Beethoven che ci rimanda subito ad una altro grande appuntamento.
Sabato 12 Novembre, sarà di scena nella Chiesa dell’Immacolata, alle ore 19.00, Jae Hong Park, vincitore di uno dei più prestigiosi Concorsi Pianistici Internazionali “F.Busoni” . Domenica 13 Novembre, presso la Chiesa S.S. Pietro e Paolo di Strongoli, alle ore 20.00, si esibirà il violinista Anton Jablokov, vincitore del Premio Concorso Internazionale “R.Lipizer”, accompagnato dall’orchestra “O.Stillo” .