Neuropsichiatria infantile senza organico, “Le famiglie autismo Crotone” scrive ad Occhiuto

Neuropsichiatria infantile senza organico, “Le famiglie autismo Crotone” scrive ad Occhiuto

Da mesi sulle pagine del nostro giornale e sul nostro sito manteniamo alta l’attenzione su una questione che coinvolge molti genitori crotonesi e soprattutto i bambini. Nel reparto di Neuropschiatria infantile del San giovanni di dio mancano specialisti e la situazione ora, è diventata insostenibile. Il bando è stato pubblicato ma nessuno vuole venire a lavorare  a Crotone. I disagi rimango così sulle spalle delle mamme e dei papà che non solo devono spostarsi per le visite specialistiche ma hanno diffcioltà anche a reperire la documentazione corretta per poter espletare tutte quelle pratiche che riguardano indennità e sostegno.

E così il Movimento spontaneo Le famiglie autismo  Crotone, attraverso la referente Maria Teresa La Forgia, ha scritto una lettera al presidente della regione Calabria Roberto Occhiuto:

Egregio Presidente Roberto  Occhiuto, siamo un gruppo di famiglie che vive quotidianamente  sulle proprie spalle l’assistenza totale dei nostri figli affetti dal disturbo dello spettro autistico , condizione neurologica che viene diagnosticata ogni giorno  a un bambino su quattro, se individuato  precocemente  e con le terapie giuste  puo’ migliorare  sia la vita  di chi ne e’ affetto  che delle  famiglie che hanno a pieno carico la totale assistenza dei propri figli.

Presidente  quello che ci spinge a scriverle questa lettera aperta e per chiederle di rivolgere la sua attenzione su Crotone  provincia politicamente e  istituzionalmente  abbandonata da tempo qui mancano i servizi essenziali non siamo forse noi figli di questa terra  ?  o forse Crotone è figlia di un DIO minore ?  Ci scusi Presidente se chiediamo il DIRITTO DI CURARE I NOSTRI FIGLI QUI !

L’ unico neuropsichiatra della provincia  è andato in pensione  lasciando  il reparto nella più totale paralisi, tanti  bambini  figli di questa terra non avranno  più il diritto di  avere una diagnosi precoce per curarsi.
Da mamma e cittadina crotonese e fondatrice del movimento  spontaneo famiglie autismo Crotone le chiedo di sollecitare  al piu’ presto la sanita’ locale ad eleggere il prima possibile e ampliare l’ organico della neuropsichiatria infantile di Crotone e non solo sensibilizzare anche a livello locale e comunale l’ attenzione su questo disturbo  cosi da sensibilizzare l’ opinione pubblica.   Il movimento  spontaneo delle famiglie sara’ lieto di avere una sua risposta in merito alla questione e se vuole anche   di collaborare in qualsiasi forma di promozione e sensibilizzazione al problema.