Nuova tv digitale, cosa cambia da domani

Nuova tv digitale, cosa cambia da domani

Partirà domani il passaggio alla nuova tv digitale. Il DVB-T2 (Digital Video Broadcasting – Second Generation Terrestrial) è lo standard di ultima generazione per le trasmissioni sulla piattaforma digitale terrestre del consorzio europeo DVB.

Il passaggio al nuovo standard consentirà un miglioramento della qualità visiva e dell’alta definizione e il rilascio delle frequenze in banda 694-790 MHz, la cosiddetta “banda 700”, per i servizi mobili 5G.

In Italia, per consentire un uso più efficiente dello spettro a fronte della liberazione della banda 700 MHz, che dovrà concludersi entro il 30 giugno 2022, è stata disposta, a partire da gennaio 2023, l’attivazione dello standard trasmissivo DVBT-2 a livello nazionale. Da tale data non sarà più possibile la ricezione delle trasmissioni televisive se non con apparecchi di nuova generazione, oppure, se acquistati prima del dicembre 2018, resi idonei alla ricezione da apposito decoder.

A partire dal 20 ottobre 2021 verrà avviata, su base volontaria, la dismissione dell’ attuale codifica video MPEG-2 da parte degli operatori televisivi. I programmi TV inizieranno quindi ad essere trasmessi esclusivamente con il nuovo sistema di codifica MPEG-4 e saranno visibili soltanto con TV e decoder che supportino l’HD (alta definizione).

I primi canali che verranno trasmessi con la codifica MPEG-4 saranno 9 programmi RAI e 6 programmi Mediaset: Rai 4, Rai 5, Rai Movie, Rai Yoyo, Rai Sport + HD, Rai Storia, Rai Gulp, Rai Premium, Rai Scuola, TGCOM24, Mediaset Italia 2, Boing Plus, Radio 105, R101 TV e Virgin Radio TV.

Per verificare che la TV o il decoder supportino l’alta definizione basterà andare su uno di questi canali: 501 per Raiuno HD – 505 per Canale 5 HD – 507 per LA7 HD. Se almeno uno di questi canali è visibile, l’apparato è in grado di ricevere l’HD e consentirà la visione dei programmi che verranno trasmessi con la codifica MPEG-4.

Prima di effettuare la verifica è sempre opportuno e consigliabile effettuare la ri-sintonizzazione dei canali e, nel caso in cui, anche dopo aver terminato la procedura, nessuno dei 3 canali è visibile, sarà necessario sostituire la TV o dotarla di un nuovo decoder.

BONUS DECODER

Il Bonus TV – Decoder, con valore fino a 30 euro, è un’agevolazione per l’acquisto di TV e decoder idonei alla ricezione di programmi televisivi con i nuovi standard trasmissivi (DVBT-2/HEVC) che diventeranno operativi a partire dal 2022, nonché per l’acquisto di decoder per la ricezione satellitare.

Il Bonus TV – Decoder è disponibile fino al 31 dicembre 2022 o all’esaurimento delle risorse stanziate ed è riservato alle famiglie con ISEE fino a 20 mila euro. Lo stanziamento complessivo previsto per il fondo unico del Bonus rottamazione tv e Bonus Tv – decoder è pari a circa 250 milioni di euro.

per maggiori informazioni CLICCA QUI