Nuove forme di inclusione per i bambini affetti da autismo: nasce l’associazione Ape

Nuove forme di inclusione per i bambini affetti da autismo: nasce l’associazione Ape

La nuova realtà associativa A.P.E. (Associazione psicoeducativa) propone  prospettive di recupero attraverso le strade della terapia comportamentale intensiva, promuovendo la divulgazione di laboratori operativi per l’autismo e sostenendo in vario modo le famiglie. Presidente dell’Associazione è Loredana De Santis, vice presidente Daniela Iaconianni, direttore amministrativo invece  Simona Innaro.

Si è presentata ieri pomeriggio, riunendo alcuni genitori, in via Repaci, presentando la realtà costituita da un gruppo di genitori i quali si sono conosciuti presso le sedi dello S.P.E.R di Crotone e Cirò Marina, noti per gli interventi psicoeducativi e riabilitativi nell’ambito dei disturbi del neurosviluppo.

«Nasce come iniziativa per promuovere attività sociali e inclusione sociale, con trenta famiglie unite per promuovere questi progetti a favore dei nostri ragazzi, per includerli all’interno della nostra città – ci ha detto il presidente Loredana De Santis più siamo e meglio è, poichè a Crotone manca tanta informazione su chi sono i ragazzi autistici che devono essere visti come una risorsa nel nostro territorio».

Tra i progetti concreti sul territorio ve ne è uno supportato dai commercianti della nostra città, e dei protocolli d’intesa con l’obiettivo di creare dei laboratori che permettano ai più piccoli situazioni gravi, agli adulti invece la possibilità di canalizzare i propri interessi, per poi individuare delle competenze da poter sfruttare. Ai negozianti, in particolare, verrà dato il logo dell’associazione e un vademecum, per aiutare la persona con autismo di poter scegliere attraverso il gesto, una parola, una frase, fino a concludere il ciclo: a supporto dunque una comunicazione più spontanea.

«Si tratta di aiutare il bambino nella richiesta, dando la possibilità appunto di scegliere, trovando nel territorio una serie di negozi che permettano di vivere  a situazione  non con ansia, ma fare acquisti con autonomia per i bambini. Un grazie va ai commercianti» ha aggiunto la vice presidente Daniela Iaconianni.

A supporto dell’associazione Ape anche partner preziosi, come Michele Affidato orafo, l’Asd Crescendo, Mario Nunziante .