Occhiuto: “La strage Capaci sia sempre monito contro mafie e per legalità”

Occhiuto: “La strage Capaci sia sempre monito contro mafie e per legalità”

Sono passati trent’anni dalla Strage di Capaci: assieme ai colleghi ed amici Rocco Chinnici, Antonino Caponnetto e Paolo Borsellino, Giovanni  Falcone è stato una delle personalità più importanti e prestigiose nella lotta alla mafia in Italia e a livello internazionale. Fu ucciso da Cosa nostra insieme alla moglie Francesca Morvillo e ai tre uomini della propria scorta: Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani.

“30 anni dalla strage di Capaci in cui persero la vita Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Il ricordo di quella tragedia non si spegne. Sia sempre un monito contro le mafie e per la legalità”.

Lo scrive su Twitter Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria.