Pallamano Crotone: rimandato l’esordio casalingo

Pallamano Crotone: rimandato l’esordio casalingo

Sabato scorso ha avuto inizio il campionato di Serie B della Pallamano: la squadra crotonese ha esordito in terra pugliese, maturando un pareggio in casa dell’Altamura. Sul nostro sito d’informazione, vi avevamo anticipato che proprio in Puglia una gara era stato posticipato: si trattata del derby della città di Fasano.

I ragazzi di mister Cusato sabato 20 febbraio avrebbero dovuto debuttare in casa con il Fasano, ma la gara si disputerà domenica 21 marzo alle 18.30. Mentre la terza giornata si disputerà il 27 febbraio alle ore 18,30 sul campo della Fidelis Andria. Ma gli appuntamenti della Pallamano Crotone non si limitano al campionato di Serie B: cinque atleti crotonesi sono stati convocati, infatti, allo stage di selezione nazionale dedicato a coloro che sono nati nel 2004 e 2005 che si terrà domenica prossima a Conversano (Bari), sempre in Puglia. Si tratta di  Lorenzo Lucente, Marco Scida, Daniele Riganello, Silvano Berligeri e Ugo Menzano, che è l’unico fra gli oltre trenta convocati ad essere nato nel 2006, dovranno tenere alto il nome della scuola crotonese.


Così scrive la società in una nota: «Se la società ha ottenuto questa bella soddisfazione è grazie all’impegno di tanti singoli che messi insieme formano una squadra vincente: il tecnico del settore giovanile Massimo Cusato, il tecnico della prima squadra che accoglie questi atleti e collabora con il settore giovanile Antonio Cusato, la società che da sempre promuove, incentiva e punta forte sul vivaio, gli atleti stessi e il preparatore atletico Stefano Liviera. Prosegue infatti la tradizione della famiglia Liviera. Il preparatore è omonimo e nipote del collaboratore tecnico nonché figlio del grandissimo Giulio Liviera che insieme al presidente Giancarlo Giaquinta in campo ha scritto le pagine più grandi della Pallamano Crotone.

Giovane ma non certo privo di esperienza o di preparazione il preparatore dice: “Sono nato e cresciuto nella Pallamano Crotone grazie a mio padre e mio zio, due ex giocatori arrivati a giocare a livelli altissimi. Dopo un passato da giocatore settore giovanile e amante dello sport ho deciso di iscrivermi all’Università dove ho conseguito la laurea triennale in Scienze motorie e attualmente studio per conseguire quella magistrale”.

Studio teorico ed esperienza sul campo: “Da tre anni collaboro con il tecnico Antonio Cusato e lo ringrazio molto perché mi lascia i miei spazi. Sono il responsabile della condizione atletica della prima squadra, organizzo e faccio svolgere sul campo tutte le sedute atletiche settimanali e collaboro con il mister per quanto riguarda la parte tecnica e tattica”. Giovane con esperienza, ha preparazione e grandi obiettivi: “Voglio portare la squadra in serie A2”.