Pallavolo, l’Italia è campione del mondo: tra gli atleti anche il calabrese Lavia

Pallavolo, l’Italia è campione del mondo: tra gli atleti anche il calabrese Lavia

Dopo 24 anni. Nessuna nazione aveva mai raggiunto la quarta corona dopo l'URSS del 1982

Ventiquattro anni dopo l’Italvolley torna campione del mondo.

E come nel 1998 Ferdinando De Giorgi c’è. Allora era giocatore, oggi è l’allenatore della squadra che ha dominato dal primo all’ultimo incontro il mondiale e piegato in finale a Katowice, i padroni di casa della Polonia che inseguivano il terzo titolo iridato di fila. L’Italia vince in rimonta. Dopo aver perso il primo set i ragazzi di De Giorgi hanno preso campo e dominato la gara. Alla fine è 3-1 per gli azzurri (22-25, 25-21, 25-18, 25-2). Dopo l’oro europeo di un anno fa, proprio in Polonia i ragazzi di De Giorgi compiono l’impresa e conquistano il quarto mondiale della storia dell’Italvolley.

E doggi, al ritorno in Italia la nazionale sarà ricevuta dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Alla Spodek Arena di Katowice, davanti a oltre 10mila tifosi polacchi, gli azzurri sfidano la Polonia che è reduce da due Mondiali consecutivi vinti, entrambi in finale contro il Brasile.

Tra loro c’è anche il calabrese Daniele Lavia, di Rossano (oggi Corigliano-Rossano) il quale al termine della vittoria ha dichiarato: “Oggi abbiamo scritto una pagina di storia… campioni del mondo”

“Che bella l’Italia della pallavolo sul tetto del mondo. Che impresa straordinaria dei nostri ragazzi. E tra i maggiori protagonisti di questo successo il calabrese Daniele Lavia, orgoglio di una intera Regione. Una serata storica per lo sport italiano”.

Lo scrive su Twitter Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria.