Pallavolo – Vittoria per le rossoblù che fermano la capolista

Pallavolo – Vittoria per le rossoblù che fermano la capolista

Pallavolo – Le sirene della Poseidon Crotone hanno illuminato il Palakro, battendo domenica scorsa. con risultato 3-2, la rivale in una sfida ai vertici della classifica. Sul campo delle rossoblù nella settima giornata di campionato l’ex capolista Sensation Profumerie di Gioiosa Ionica. La forte formazione ospite pur in vantaggio 1/0 e 2/1 ha dovuto fare i conti con il Grande Cuore delle ragazze allenate da Mister Asteriti, che nei momenti cruciali ha fatto la differenza così come la condizione fisica eccezionale venuta fuori nel 4° e soprattutto nel 5° set dove in campo c’era solo una squadra di casa. Una vittoria importante per le Sirene che ottengono 2 punti che permettono di restare attaccate alla testa della classifica ad 1 solo punto di distanza dalla capolista Traina Srl Cl.

Fin dalla fase di riscaldamento di questo derby regionale così importante in palestra si sentiva la tensione sia tra le atlete che sugli spalti gremiti di tifosi che anche questa volta hanno sostenuto le proprie atlete, confermando di essere un importante elemento per questa giovane squadra. Proprio la giovane età delle ragazze di Crotone, per la prima volta in stagione poteva rischiare di compromettere la gara, affrontando una corrazzata che vedeva tra le proprie fila la coppia brasiliana Oliveira (17 punti) – De Araujio e le schiacciatrici Costabile (16 punti) e Pagano (14 punti). Previsione ribaltata grazie alla grinta, preparazione e sicurezza delle proprie forze delle ragazze Crotonesi.

La partita inizia male per il Crotone che insegue nel punteggio per tutto il primo set, tenuta a galla dalle difese di Maggipinto e dalla fase di battuta. Manca il supporto delle attaccanti di casa con un inizio da incubo per Misceo e Biscardi, che lasciano libero il gioco della formazione reggina, che allungano 16/12. Su l 22/18 per la formazione ospite si assiste alla rinascita delle Sirene che riescono a portarsi a ridosso delle avversarie fino al 24/23 dove una battuta purtroppo errata di Biscardi chiude il set.

Al cambio campo mister Asteriti prova a tranquillizza la squadra e chiedendo loro di giocarsi la partita più serene e mettendo in campo la passione e qualità che in questa prima parte di campionato le ha contraddistinte. La partita cambia quando Cesario si cala nel ruolo di capitano e trascina la sua squadra realizzando 11 punti pesantissimi, diventando MVP della partita supportata da Misceo top scorer con 18 punti che torna ai suoi soliti livelli.

La Sensation non riesce a risponderea questo cambio di passo delle avversarie fino al 16/10 per il Crotone, quando questo commette l’errore, forse dovuto all’esperienza, di abbassare la concentrazione e permette alle ospiti di crederci fino e terminare il set 25/23 per la formazione di casa.

1/1 palla al centro, mister Albanese legge il momento negativo del Crotone e giocando il miglior set mette all’angolo la formazione di casa fino al 22/14. Mister Asteriti prova ad alzare il morale delle sue ragazze, chiedendo di non perdere concertazione.

La risposta mentale che arriva subito infatti Biscardi 17 punti finali attacca come al suo solito e ottime palle servite da Gernone al servizio permetto di assiste ad una piccola rimonta fino al 22/19 per poi complici due errori in battuta cedere il set.

Il 4° set è contraddistinto da una sfida tecnica dei due allenatori che posizionano a sorpresa Confaloni 7 punti e un ottimo 50% in attacco in posizione “c1” e per la formazione di casa, Cosentino 6 punti in posizione “c2”, scelte che spiazzano il gioco dei rispettivi avversari. Cesario piazza ottime giocate contro il muro avversario che permettono di far respirare è un’aria positiva per il Crotone che vola fino al 16/13 e 21/18. I centrali piazzano i break decisivi che porta a pareggiare 2/2 i set. La tensione aumenta, nella formazione ospite che porta la coppia arbitrale a sanzionare sia con gialli che rossi questa formazione, che non riesce a rispondere alla grinta delle padrone di casa che sostenute dal proprio pubblico cambiano il volto della partita.

Il tie break si gioca sull’equilibrio ed il corretto agonismo fino al 6/6 poi il Gioiosa perde la testa e torna a protestare contro le decisioni arbitrali cambiando campo sul 8/6 per le sirene. Il Crotone resta lucido, approfittando della tensione oltre la rete e infila un primo tempo di Confaloni. Sul 12/9 arriva un altro cartellino rosso per gli ospiti, che aumenta ulteriormente la tensione in campo, permettendo alla formazione di Crotone  di chiudere il set e partita con un primo tempo di Cosentino, che mette a tacere le velleità della forte formazione ospite, che esce sconfitta dalla casa delle Sirene che a fine gara ballano con il pubblico per festeggiare l’importante risultato.

“Partita nervosa che non ci ha visto giocare in maniera spensierata e come al solito ma era prevedibile, ormai nessuno ci concedere nulla per cui tocca a noi cambiare registro ed alzare ancora di più l’asticella. Ora riposiamo e da martedì pensiamo al prossimo derby”, ha dichiarato il tecnico Pietro Asteriti al termine del match. Appuntamento a domenica prossima per in casa della Fidelis Torretta, squadra sesta in classifica e reduce da una sconfitta. Le rossoblù invece sono terze.