Pedalare fa bene a corpo e ambiente

Pedalare fa bene a corpo e ambiente

Domani, 3 giugno, è la giornata internazionale della bicicletta, mezzo sostenibile che aiuta a vivere meglio

Passeggiare in bicicletta fa bene a noi e anche all’ambiente. Ormai lo sappiamo bene, ci sono studi che lo dimostrano e non solo, pedalare aiuta il nostro corpo a mantenersi in forma e aiuta anche il mondo a rimanere più pulito.

E il 3 giugno, proprio per sottolineare l’importanza della mobilità sostenibile, si celebra la giornata mondiale della bicicletta. La bici è ormai divenuto un “mezzo di trasporto” molto comune e secondo l’Onu, «le esigenze di mobilità delle persone che camminano e vanno in bicicletta continuano a essere trascurate. Soddisfare le esigenze delle persone che camminano e vanno in bicicletta continua a essere una parte fondamentale della soluzione di mobilità per aiutare le città a separare la crescita della popolazione dall’aumento delle emissioni e per migliorare la qualità dell’aria e la sicurezza stradale. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), un’infrastruttura sicura per camminare e andare in bicicletta è anche un percorso per raggiungere una maggiore equità sanitaria.

Per il settore urbano più povero, che spesso non può permettersi veicoli privati, camminare e andare in bicicletta può fornire una forma di trasporto riducendo il rischio di malattie cardiache, ictus, alcuni tipi di cancro, diabete e persino morte. Di conseguenza, un migliore trasporto attivo non è solo salutare; è anche equo e conveniente. Insomma, la bicicletta è un mezzo di trasporto sostenibile semplice, economico, affidabile, pulito e rispettoso dell’ambiente. Come sottolinea l’Onu, «può servire come strumento di sviluppo e come mezzo non solo di trasporto ma anche di accesso all’istruzione, all’assistenza sanitaria e allo sport». Ma non solo, a quanto pare andare in bici favorisce la creatività e l’impegno sociale e dà all’utente un’immediata consapevolezza dell’ambiente locale.

La bicicletta è un simbolo di trasporto sostenibile e trasmette un messaggio positivo per promuovere il consumo e la produzione sostenibili e ha un impatto positivo sul clima. Dunque il 3 giugno promuoviamo l’uso della bicicletta come mezzo per incentivare lo sviluppo sostenibile, rafforzare l’istruzione, inclusa l’educazione fisica, per bambini e giovani, promuovere la salute, prevenire le malattie, promuovere la tolleranza, la comprensione e il rispetto reciproci e facilitare l’inclusione sociale e una cultura di pace. Ma non dimentichiamo che bisogna anche involgiare i cittadini a pedalare, prima di tutto con le giuste infrastrutture.