Perugia – Crotone 2-0, Marino: «Gara decisa dai nostri errori. Bisogna fare punti, la squadra deve salvarsi»

Perugia – Crotone 2-0, Marino: «Gara decisa dai nostri errori. Bisogna fare punti, la squadra deve salvarsi»

#PerugiaCrotone 2-0 | Nulla da fare per il Crotone, lo Stadio “Renato Curi” rimane un tabù con gli squali che escono sconfitti (2-0) nel match della tredicesima giornata di Serie B. Una gara iniziata bene e conclusa male, con un Crotone incapace di reagire alla difficoltà e vittima di se stesso e degli errori individuali con Molina principale protagonista, in negativo, della serata.

A prendere la parola al termine del match, a caldo, è stato lo stesso allenatore rossoblù Pasquale Marino.

«Purtroppo abbiamo commesso nelle occasioni dei gol subiti due ingenuità che sfortunatamente capitano spesso. La prima parte di gara, fino al vantaggio del Perugia, è stata anche bella con opportunità da una parte e dall’altra. Il vantaggio ha posto il Perugia nelle migliori condizioni, si sono venuti a creare per loro più spazi per attaccare, siamo stati in partita fino alla fine ma abbiamo commesso un’altra ingenuità che ha concesso il 2-0, è stata una gara tutto sommato equilibrata».

Un Crotone che sembra essere mancato soprattutto nel passaggio vincente con le azioni che si fermavano sistematicamente sulla trequarti degli umbri.

«Probabilmente è un problema anche questo, la scelta che si fa negli ultimi metri è determinante. Noi sbagliamo spesso la scelta della giocata commettendo errori tecnici nei pressi della porta. Va aggiunto anche che a volte si perdono palloni facili nell’intestardirci di giocare palla anche dove non si può, dove si rischia. I gol del Perugia sono nati da nostri errori, in altri frangenti abbiamo permesso agli avversari di arrivare negli ultimi metri».

Tra gli elementi che più commettono certi tipi di errori ci sono Molina e Zanellato che non sembrano essersi calati nella cadetteria.

«Probabilmente quando c’è una retrocessione l’ambiente e non solo i singoli calciatori vivono un ambiente non dei migliori quindi bisogna lavorare sulla testa e archiviare quello che è stato. Io sono arrivato due giorni prima della gara di Frosinone, ho lavorato la settimana piena prima del Monza dove siamo riusciti a riprendere il risultato facendo una buona gara e rischiando poco.  Oggi siamo partiti bene, ribattendo colpo su colpo al Perugia, gli episodi hanno determinato il risultato mettendo la sfida sui binari consoni ai padroni di casa. Il gioco che era abbastanza fluido nel primo tempo nella ripresa lo è stato meno».

Sulle migliorie da apportare al Crotone l’allenatore ha questo pensiero.

«Le prime due partite sono state soddisfacenti al netto dei risultati, oggi c’è stato qualche errore in più ma si deve migliorare su tutto, sull’atteggiamento e sul giro palla che deve essere più veloce, le scelte negli ultimi metri spesso sono tardive o sbagliate dando possibilità agli avversari di ricompattarsi. Ci vuole la testa, una vittoria per cercare di riprendere morale ed entusiasmo per cominciare a fare punti».

Sull’avversario Pasquale Marino glissa.

«Ho tanti problemi e penso al Crotone, non posso prevedere quello che può fare il Perugia. Posso dire che la gara è stata in equilibrio, una gara decisa dagli episodi e questi hanno spaccato la gara a favore del Perugia».

L.V.

Leggi anche:

#PerugiaCrotone 2-0 | I Grifoni hanno la meglio su un Crotone brutto, scialbo e senza carattere



Articoli Correlati:

Lascia un commento