Petilia Policastro, Santa Spina: sopralluogo dei tecnici della Soprintendenza al Convento-Santuario

Petilia Policastro, Santa Spina: sopralluogo dei tecnici della Soprintendenza al Convento-Santuario

Petilia Policastro (KR) – Il 14 giugno 2022, il Sindaco Simone Saporito, unitamente al Vicesindaco Carmelo Garofalo, all’artista Romolo Rizzuti ed a Frate Alessandro della famiglia mariana “Le Cinque Pietre” ha ricevuto presso la Città di Petilia Policastro la Soprintendente Arch. Stefania Argenti ed una delegazione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Catanzaro e Crotone.

Insieme a loro ha visitato l’intero sito del Convento-Santuario della Santa Spina.

Il sopralluogo ha interessato tutta la struttura e, relativamente alla soluzione dell’atavico rebus legato alla ricollocazione delle tele pittoriche del Cristoforo Santanna che impreziosiscono la volta del Santuario e che, seppur smantellate da circa 20 anni, non sono mai state rimontate, ha fatto sì che si constatasse che le tavole, seppur ben conservate, necessitano ancora di essere restaurate.

Infatti, l’amara scoperta da parte di tutti i presenti è stata appunto scoprire che solo le tele laterali sono state restaurate, mentre le circa 500 tavole della volta lignea sono state solo consolidate.

La Soprintendente si è dimostrata sin da subito particolarmente determinata ad effettuare, con tempestività, con i fondi già a disposizione, l’adeguamento strutturale della copertura, propedeutico al rimontaggio delle tele ed a sviluppare un progetto adeguato alla loro naturale ricollocazione.
“Hanno visitato con attenzione tutti i siti interessati – ha detto il sindaco del Comune di Petilia Policastro, Simone Saporito – ma non si sono potuti del tutto pronunciare, anche perché era normale che fosse così; per loro, si apre ora un’attenta fase di riflessione suggerita dagli elementi oggettivi che si ritrovano a dover valutare.

Certamente altre risorse economiche serviranno per poter completare la ricollocazione delle tele ed importante sarà l’esito del progetto CIS (di circa € 2.500.000,00) e PNRR (di € 1.000.000,00) che l’Amministrazione Comunale ha già candidato nei giorni e mesi scorsi appositamente per il Convento-Santuario della Santa Spina, nonché le risorse che la stessa Soprintendenza potrà ottenere.

È concreta infatti l’idea di realizzare proprio all’interno del Convento-Santuario la restaurazione delle tele pittoriche, realizzando con esperti dell’Istituto Centrale per il Restauro (ICR), dei laboratori didattici.

Determinati, navighiamo tutti verso una comune direzione: non deturpare la storia e ciò che comunicano quei luoghi e riportarli al più presto agli splendori che meritano”.