Presentato il progetto esecutivo del Centro Sportivo Polivalente

0

OMI Sud – News

Riceviamo e pubblichiamo:

Torre Melissa – Il 5 marzo scorso, presso la Delegazione Comunale di Torre Melissa, ha avuto luogo una pubblica assemblea volta a presentare un importante progetto che l’attuale amministrazione si appresta a realizzare, nonostante il mandato sia ormai agli sgoccioli, l’impegno e la costanza che hanno caratterizzato questa maggioranza, non mostra segni di stanchezza e lo dimostra con il lancio, appunto, di questo progetto che apporterà un significativo valore aggiunto al paese e che da qui a pochi mesi sarà fruibile da tutta la collettività. Si tratta di un centro sportivo polivalente che sorgerà nell’area adiacente alla parrocchia di Torre Melissa, precisamente in via 29 Ottobre dove oggi vi è un campetto sportivo, mal messo e quasi totalmente abbandonato. Il progetto che risale al 2016, è frutto di una lunga mediazione tra l’amministrazione comunale e la Curia di Crotone che era proprietaria dell’area interessata al progetto nonché dell’attuale campetto.


All’assemblea erano presenti oltre al Sindaco, Gino Murgi, l’assessore allo Sport, Cataldo Maltese, di fatto promotore del progetto, il presidente del Consiglio Comunale, Edoardo Rosati, la Consigliera di maggioranza, Angela Bevilacqua, l’architetto Wladimiro Leto, responsabile del progetto e l’ingegnere Greco, Responsabile dell’Ufficio Tecnico del comune di Melissa.
Ad aprire l’incontro è stato Gino Murgi che, dopo aver ringraziato i presenti, ha brevemente spiegato le modalità con le quali sarà realizzato l’opera. Il 12 marzo prossimo, ha detto il sindaco, saranno aperte le buste delle ditte partecipanti al bando di gara per l’assegnazione dei lavori, trascorsi poi i trenta giorni, si partirà con i lavori dovranno terminare entro 120 giorni. Pochi mesi, quindi, e poi il centro sportivo sarà messo a disposizione di tutta la popolazione. Il sindaco ha ceduto poi la parola a Edoardo Rosati che si è occupato della parte finanziaria, Rosati, infatti, ha spiegato con quali fondi sarà realizzato il centro sportivo, ovvero con un mutuo, in parte a tasso agevolato e in parte a tasso zero. Rosati ha voluto anche ribadire che nel corso del mandato l’amministrazione è sempre stata attenta a tutti i bandi pubblici ai quali si poteva attingere per apportare miglioramenti al paese.
Ha preso la parola poi l’Assessore Maltese che ha ringraziato prima di tutto le consigliere di maggioranza, il Sindaco ma soprattutto Don Pino Mauro, attuale parroco di Torre Melissa e Padre Adelino che lo ha preceduto, per aver appoggiato l’idea di rivalutare l’area adiacente alla Parrocchia. Maltese ha chiarito ulteriormente alcuni aspetti sia burocratici che finanziari che hanno fatto si che il progetto venisse realizzato. Ma ha anche sottolineato l’attenzione che l’attuale amministrazione ha riservato anche alle altre strutture sportive del territorio come il campo sportivo “Don Peppino Nigro”, oggetto di un progetto di riqualificazione nonché del campo sportivo di Melisssa, anch’esso interessato dall’intenzione di un serio intervento di miglioramento.
Gli ultimi a intervenire sono stati l’architetto Leto e l’ingegnere Greco che hanno spiegato nel dettaglio sia il progetto che le fasi di realizzazione. L’architetto Leto ha ribadito che si tratterà di un centro polivalente, un centro, quindi, dove si potranno praticare più sport. Saranno realizzati infatti, due campi distinti e separati, uno per il calcio a 5 e uno per il tennis e la pallavolo, saranno realizzate altresì un’area con dei tavoli da ping pong e un ulteriore area dove sarà allestita una palestra all’aperto. Ovviamente non mancheranno le tribune e gli spogliatoi, realizzati secondo le regole dettate dal CONI. Ammirevole anche l’attenzione rivolta ai diversamente abili che potranno non solo accedere all’area ma anche usufruirne. L’ingegnere Greco ha poi posto l’attenzione sul bando di gara al quale hanno partecipato tante ditte, circa trenta e sulla tempistica per la realizzazione del progetto, ha anche auspicato che ad aggiudicarsi la gara possa essere un ditta locale.