Pugliese: «La video sorveglianza è necessaria»

La necessità di attivare la videosorveglianza in città e l’applicazione del Daspo Urbano per arginare i problemi in cui versa il quartiere Fondo Gesù di Crotone è stata discussa in una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica svoltasi in Prefettura nei giorni scorsi a seguito dell’esplosione di numerosi colpi di arma da fuoco del 9 gennaio  in via G. Di Vittorio a Crotone.

L’ Amministrazione comunale ha manifestato l’intenzione di partecipare ad un nuovo bando regionale per lo stanziamento di fondi da destinare all’ installazione di ulteriori impianti di videosorveglianza, assicurando nel contempo la prossima definizione del regolamento urbano: “L’impegno – ha detto il sindaco Ugo Pugliese è di attivare le telecamere per rimetterle a regime in modo che possano essere tranquillamente utilizzate dalle forze dell’ordine per le zone per le quali sono destinate“.

Stiamo aspettando – ha continuato – e completando l’iter per il finanziamento e  l’utilizzo delle telecamere del centro storico, un impegno che avevamo assunto al di là degli eventi luttuosi dello scorso anno. Lo stiamo completando come iter,  lo completeremo poi sulla parte tecnica, amministrativa e burocratica dando la disponibilità alle forze dell’ordine per il controllo costante delle telecamere”.

Spetterebbe ora all’amministrazione comunale cantierare le risorse economiche: “perchè rivelo la carenza di lavoro che crea quella tensione sociale che può sfociare in fenomeni fuori dal normale, è quello che mi preoccupa, l’input adesso dato ancora una volta ad accelerare tutte le azioni amministrative finalizzate all’inizio delle attività è proprio questo, voglio vedere ditte che lavorano, operai, per una volta parliamo in positivo e non più in negativo”.