Quarto Giovedì di Santa Rita: «La Redenzione con il sangue di Gesù sulla croce»

0

Oggi, 28 febbraio 2019, è il quarto dei quindici giovedì di Santa Rita da Cascia, una devozione che commemora i 15 anni in cui la santa portò sulla fronte la ferita inferta dalla spina, un dono particolare di Cristo Crocifisso.

Nel terzo giovedì si medita sulla vita di famiglia di Rita, questo è il pensiero del parroco Don Tommaso Mazzei che oggi verte sulla redenzione: “La redenzione è stata operata da Gesù Cristo versando il suo sangue per noi sulla croce.  Santa rita innamorata di Gesù, in un tempo in cui sulla porta delle case veniva impresso il segno del nome di Gesù Cristo: IHS… Gesù salvatore degli uomini, per lei Cristo era l’unico tesoro, sulla sua fronte aveva impresso la stigmata per ben 15 anni.

Lei ci insegna a vedere in Gesù l’unica via di salvezza. L’impegno è questo: vinciamo l’indifferenza e l’ateismo pratico che si annida in noi e intorno a noi e riscopriamo il segno di croce e i segni che lo richiamano nella nostra vita e nelle nostre case, confidando nella sua presenza”.

I 15 giovedì procedono la festa della santa degli impossibili, la quale ricorre il 22 maggio. Presso la Parrocchia crotonese a lei dedicata, le sante messe nei quindici giovedì si celebrano alle ore 8,00 e alle 18,00, concludendo la cerimonia con la preghiera e meditazione su un tratto della sua vita o di qualche virtù.