Rari Nantes Crotone, allenamenti e partite fuori casa per la squadra di Arcuri: a tu per tu con capitan Candigliota

Rari Nantes Crotone, allenamenti e partite fuori casa per la squadra di Arcuri: a tu per tu con capitan Candigliota

La Rari Nantes Crotone è tornata ad allenarsi per il nuovo campionato di Serie B. La formazione crotonese ha osservato nella prima giornata il turno di riposo, e disputerà domani sabato 6 marzo a Catania la sua prima partita contro la Brizz Sport. Mentre ancora c’è ancora da sapere dove si disputeranno le partite casalinghe, la squadra sta effettuando il giro di tamponi ogni settimana: «Tornare ad allenarsi è un sogno che si avvera per tutti noi – ci ha detto il capitano Giuseppe Candigliotaperchè nonostante i sacrifici che faremo per allenarci penso che ne valga la pena. Siamo bloccati da un anno causa pandemia, ma l’acqua per noi è vitale, quindi tornare tutti insieme ad allenarci è un sogno che si avvera e speriamo di mantenerlo. Con la speranza, anche, che riaprono le strutture sportive nella nostra città».

Nei giorni scorsi, dunque, il primo allenamento nella piscina di Squillace (Cz): «Ricominciare a viaggiare, a fare sacrifici con la stessa famiglia di sempre, è una boccata di ossigeno poichè è un piccolo passo verso la normalità. La quotidianità che prima ci sembrava scontata, oggi invece è un evento, una festa». Per il difensore Giuseppe Candigliota è il secondo anno in cui riveste il ruolo da capitano:  «Cercherò di onorare al meglio questo ruolo, cercando di aiutare i miei compagni nel miglior modo possibile. Essere capitano significa dare l’esempio, supportare gli altri anche nei momenti di sconforto. Essere capitano significa aiutare la squadra offrendo qualcosa in più nei momenti difficoltà».

Capitan Candigliota è determinato: «L’obiettivo è tornare a conquistare un’ottima forma fisica, dopo il periodo di fermo, e fare in modo che la nostra società ritorni agli onori di un tempo». Questo campionato, dunque, è in perfetta “solitudine”:  «I play off giocati a Crotone, per conquistare la serie A, sono stati la dimostrazione che il pubblico è l’ottavo giocatore in acqua, perchè offre qualcosa in più. Qualcosa che l’allenamento non può dare, ed è il cuore. Sarà complicato giocare senza pubblico e senza la nostra piscina. I sacrifici li facciamo anche per loro, e cercheremo di onorarli al meglio».

Danilo Ruberto

Esordio per la Rari Nantes Crotone: si inizia sabato 6 marzo a Catania