RC moto troppo costosa? Consigli utili per risparmiare

RC moto troppo costosa? Consigli utili per risparmiare

La motocicletta e lo scooter sono considerati dagli italiani beni di lusso, che non tutti possono permettersi di comprare e mantenere, soprattutto per i costi di gestione e l’impiego che viene fatto.

Si tratta infatti di mezzi considerati alla stregua di una seconda auto, quindi non necessari ai fini degli spostamenti e comunque non sostitutivi di un mezzo a quattro ruote.

Le spese che ne derivano, dunque, sembrano non essere giustificate dalla effettiva funzione che ricoprono nella vita di un cittadino medio.

A influire su questa opinione diffusa vi è senza dubbio il costo della polizza assicurativa, obbligatoria anche per i mezzi a due ruote.

Questa spesa, infatti, viene concepita come piuttosto ingente sia da parte di chi è già in possesso di una moto sia da chi vorrebbe acquistarla ma viene scoraggiato proprio da questa tipologia di costo.

Certamente si tratta di un impegno economico non indifferente, ma può essere utile specificare che, lavorando su determinate variabili, è possibile contenere i costi assicurativi.

Questo vale soprattutto quando si è in procinto di acquistare una nuova moto e si resta titubanti perché non si ha ancora idea dell’ammontare dei costi assicurativi.

In questa circostanza è bene sapere che ci sono compagnie assicurative che offrono la possibilità di elaborare un preventivo anche senza essere possessori di un mezzo e avere, quindi, la targa disponibile.

Genertel, ad esempio, è tra i player di settore che mette a disposizione questa funzione all’interno del preventivatore su cui richiedere un prospetto di costo per una polizza moto.

Inserendo specifici dati, tra cui nome, cognome, data di nascita, data di conseguimento della patente e altre informazioni relative alla propria storia ed esperienza da centauro, Genertel restituirà un preventivo, in tempo reale, sui costi da sostenere per una nuova assicurazione moto.

Senza dubbio una funzione molto utile a farsi un’idea dei costi che si dovranno sostenere, che permette, tra l’altro, di individuare quali opzioni e clausole all’interno del contratto possono essere modificate per ottimizzare e ridurre i costi.

Tra queste, infatti, vi è la possibilità di avvalersi della polizza familiare, per i neopatentati. È noto infatti che proprio questi, a causa dell’elevato rischio di sinistrosità, non possono beneficiare delle classi di merito più alte e meno costose, a meno che non si avvalgano della Legge Bersani, che consente loro di assorbire la classe di merito migliore attribuita a un famigliare convivente.

Inoltre, anche Genertel consente di attivare una polizza sospendibile, che può appunto essere bloccata dall’assicurato nei periodi di inutilizzo della moto e riattivata senza costi aggiuntivi, quando viene rimesso su strada il veicolo.

Ultima valutazione da fare, per ottimizzare i costi assicurativi, riguarda il set di garanzie accessorie da aggiungere alla RC obbligatoria.

Tra Assistenza stradale, MiniKasko abbigliamento, Bonus aiuto domestico, Tutela legale, ogni centauro può scegliere le più adatte alle proprie abitudini di guida, per estendere la copertura su mezzo e persone a bordo, in caso di eventi particolarmente dannosi.