#Regionali2021: Su Occhiuto entusiasmo di Forza Italia e Lega e lo strano silenzio di Fratelli d’Italia

#Regionali2021: Su Occhiuto entusiasmo di Forza Italia e Lega e lo strano silenzio di Fratelli d’Italia

Calabria – Non si fanno attendere le reazioni della politica alla scelta del centrodestra di varare il ticket Occhiuto-Spirlì (qui l’articolo).

Il primo a parlare è stato Nino Spirlì, attuale presidente facente funzione della Regione Calabria e vicepresidente in pectore di Roberto Occhiuto.

«Ringrazio Matteo Salvini che, ancora una volta, mi ha voluto dimostrare stima e affetto, senza dimenticare di riconoscere la mia lealtà al partito, la mia fedeltà alla nostra amicizia e l’impegno nel lavoro che sto svolgendo, grazie a lui e a Jole Santelli, per la mia regione in questo annus terribilis – dichiara Nino Spirlì – Né le sorti avverse, né la pandemia hanno minato il progetto che tre grandi amici hanno disegnato, giorno dopo giorno, per questa terra, per questa gente di Calabria. Sarà un impegno, il mio, che continuerà un’azione istituzionale e amministrativa rivestita di umanità e di sentimento, irrinunciabili compagni di una vita diversa, ma fortemente radicata in questa terra».

«Con Roberto Occhiuto – conclude Spirlì – condivideremo il disegno di un presente e di un futuro sempre più nobili, sempre migliori. Per quanto mi riguarda, svolgerò il mio compito al massimo delle mie forze, portando nel cuore la famiglia, la Calabria e la fede».

La soddisfazione della Lega.

«Il ticket Occhiuto-Spirlì valorizza il passato, il presente e il futuro. – dichiara Matteo Salvini all’uscita della riunione dei leader del centrodestra – Non vedo l’ora di tornare in questa splendida terra già nella prossima settimana».

«Considero Roberto Occhiuto un amico, – dichiara l’ On. Domenico Furgiuele – ancora prima che un collega parlamentare, ne conosco la passione politica e il puntiglio con il quale svolge il suo alto ruolo alla Camera dei deputati di capogruppo di uno dei principali partiti della attuale maggioranza. Per questo l’ufficializzazione della sua candidatura a presidente della Regione Calabria mi rende particolarmente felice, e mi regala la speranza che con lui alla guida del futuro esecutivo, la nostra terra potrà definitivamente imboccare la via dello sviluppo. In attesa che si possa realizzare il ponte sullo Stretto, Roberto è già un ponte di collegamento autorevole con la macchina ministeriale e tutte quelle strutture dello Stato alle quali dovremo fare continuo riferimento se vorremo costruire una Calabria migliore. Un altro motivo di soddisfazione è l’indicazione di Nino Spirlì come vicepresidente. Un atto politico che premia il lavoro di una persona generosa, capace di governare la Calabria con equilibrio e saggezza nel momento più buio della nostra storia recente, ma anche il riconoscimento al nostro partito, la Lega, che ha confermato la sua attitudine ad essere forza di governo pronta a vincere le grandi sfide».

L’entusiasmo di Forza Italia.

«Roberto Occhiuto, eccellente imprenditore e nostro bravissimo capogruppo alla Camera dei deputati, è il candidato del centrodestra alla guida della Regione Calabria. Sarà capace non solo di vincere le elezioni, ma anche di governare bene una Regione bellissima, che ha molte potenzialità inespresse. Non vedo l’ora di tornare in Calabria per dare il mio contributo. Forza, Roberto! Forza Calabria!». Lo scrive il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi su Facebook

«La designazione di Roberto Occhiuto quale candidato alla presidenza della Regione Calabria è, per quanto ampiamente annunciata nei mesi scorsi, una notizia straordinaria non solo per il centrodestra, ma per l’intera Calabria, per i calabresi. Roberto è l’uomo giusto al posto giusto, in un momento di straordinaria difficoltà per la nostra regione e per l’Italia. La sua esperienza, il suo spirito di servizio, la sua onestà, le sue competenze, sono la garanzia di un successo che sarà prima elettorale e, successivamente e progressivamente, amministrativo». Così il coordinatore regionale di Forza Italia Giuseppe Mangialavori.

«Roberto Occhiuto è l’uomo giusto al momento giusto, la scelta migliore per una Calabria impegnata in un percorso di rilancio che deve assolutamente proseguire». Lo dice l’assessore regionale e coordinatore provinciale di FI a Cosenza, Gianluca Gallo, commentando la designazione dell’attuale capogruppo dei deputati azzurri a candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Calabria. «Esperienza, onestà, capacità politica e di visione – dice Gallo – sono i requisiti che unanimemente vengono riconosciuti ad Occhiuto: sono il bagaglio ideale per la nuova avventura da intraprendere insieme a tutte le forze di centrodestra per garantire alla Calabria un governo solido, competente e capace di disegnare e realizzare scenari di sviluppo e di riscatto». Aggiunge Gallo: «Da assessore regionale e da coordinatore di Forza Italia nella provincia più estesa e popolosa della Calabria formulo ad Occhiuto gli auguri per la designazione e l’apprezzamento per la scelta d’amore da lui compiuta. Sono sicuro che con la sua guida, in un clima di costante dialogo e confronto lontano anni luce dalla perniciosa litigiosità che caratterizza altri schieramenti, riusciremo a dare concretezza a programmi e intendimenti che definiremo con le altre forze di coalizione e che si riveleranno utili alla crescita della Calabria».

«Roberto è la persona giusta per governare una regione bellissima come la nostra, dalle innumerevoli bellezze e potenzialità. – dichiara sulla sua pagina Facebook il coordinatore provinciale di FI a Crotone, Sergio Torromino – Sono stati mesi difficili, senza una guida democraticamente eletta, tanto c’è da fare per recuperare il tempo perso e per traghettare la Calabria realmente nel ventunesimo secolo. E’ il giusto riconoscimento per la sua professionalità, competenza ed amore incondizionato per la nostra regione».

Lo strano silenzio di Fratelli d’Italia.

Nessuna reazione da Fratelli d’Italia. Gioriga Meloni e gli esponenti calabresi del suo partito hanno le bocche cucite sull’argomento. Non arrivano neanche i rituali “in bocca al lupo”, non un post non un cinguettio, niente di niente. Difficile capire cosa sta succedendo nell’ala destra della coalizione di Occhiuto, ma non è detto che possano esserci clamorosi colpi di scena.

G.T.