Riapre la Piscina Olimpionica di Crotone: «Adesso l’opportunità di socializzare in una comunità»

Riapre la Piscina Olimpionica di Crotone: «Adesso l’opportunità di socializzare in una comunità»

L'impianto di Via Giovanni Paolo II sarà intitolato ad una personalità dello sport crotonese

Già alle 15,00 di oggi, i primi zaini con la scritta “Rari Nantes Auditore” si scorgevano all’ingresso della Piscina Olimpionica, chiusa dal 31 luglio 2019 per le note vicende. C’era entusiasmo da parte delle società concessionarie, la Kroton Nuoto e la Rari Nantes Auditore Crotone, nel riappropriarsi degli spazi per consentire così, da venerdì 15 aprile, le prime iscrizioni con le prime tessere e poi, da martedì 25 , i primi corsi di nuoto.

La struttura pressostatica copre la vasca di 50 metri, un’azione a costo zero per i cittadini poichè i finanziamenti per gli interventi sono stati ottenuti tramite un bando regionale. Di proprietà del Comune, per non gravare sulle due società concessionarie, sarà tolta i primi di giugno per poi tornare a ricoprire gli atleti e i nuotatori dall’autunno in poi. Poi un provvedimento autorizzativo da parte della Federazione Italiana Nuoto per il campionato di Serie B Pallanuoto.

Mercoledì pomeriggio, dunque, la riapertura ufficiale, alla presenza di Vincenzo Arcuri presidente della Rari Nantes Crotone, Tatiana Hrytsenko presidente della Kroton Nuoto, pronti a raccogliere le prime iscrizioni e ripartire, la delegata provinciale del Coni Francesca Pellegrino, l’assessore allo sport Luca Bossi, e il primo cittadino Vincenzo Voce. «Dovrebbe essere una cos normale per una città riaprire un impianto sportivo – sono le parole del sindaco – ci abbiamo messo un po’ di tempo per motivi tecnici, ma ora è un sogno per tanti cittadini che attendevano. Questa di via Giovanni Paolo II è una struttura nuova con un impianto energivero: abbiamo riaperto l’impianto fotovoltaico e stiamo cercando di mettere nelle condizioni ottimali i gestori».

«Sono quattro anni persi di allenamenti a Crotone – ci ha detto il presidente della Rari Nantes Vincenzo Arcuril’assenza della Piscina a Crotone è stata mediata da un problema più grave, la pandemia, che ha colpito gli atleti e la socializzazione. Il nostro compito è dare nuovamente una nuova opportunità per venire a socializzare all’interno di una comunità». Un punto di riferimento, inoltre, per le persone con diverse abilità e per i cittadini ucraini, in maniera gratuita. «Tanti sacrifici ma finalmente ci siamo riusciti, grazie al Comune, le nostre famiglie, i nostri atleti che hanno fatto tanti chilometri in Calabria, siamo pronti», ha detto felice Tatiana Hrytsenko della Kroton Nuoto. «Il certificato antincendio, scaduto nel 2017, è stato rinnovato e vi sono stati una serie di interventi di sostituzione e manutenzione degli impianti – ha concluso l’assessore Luca BossiE’ un giorno importante per l’intera città. Inizia una nuova fase, lasciandoci alle spalle il passato».

Da sinistra nella foto Arcuri Vincenzo – Bossi Luca – Voce Vincenzo – Pellegrino Francesca – Tatiana Hrytsenko – apertura piscina olimpionica crotone 13 aprile 2022