Rifiuti a Crotone, Manica (Sindacato Italiano Balneari): “La città necessita di una programmazione a lungo termine”

Crotone – Oltre l’ordinanza di Spirlì che ha portato il sindaco di Crotone ad un’assemblea permanente, presso la discarica Sovreco, con i primi cittadini della provincia, vi è un altro problema, che si trascina da anni, dei cassonetti di conferimento pieni, nelle strade di Crotone, che offrono un problema igienico sanitario, con l’esalazione di odori nauseabondi d’estate, e anche un pessimo cartellino di presentazione nella stagione calda.

La situazione è drammatica come in tutta la città, siamo qui a sostenere i sindaci della provincia contro questa ordinanza che penalizza il territorio di Crotone – ha dichiarato Luca Manica del Sindacato Italiano Balneari – l’emergenza dei rifiuti per strada è sotto l’occhio di tutti, stiamo contestando le modalità attuative dell’ordinanza, come la mancanza di dialogo. E’ impensabile che in un intervento di questa misura, dove  le province della regione verranno a conferire i rifiuti a Crotone, il sindaco non sia stato chiamato alla concertazione e al dialogo. Qui necessita una programmazione a lungo termine, non possiamo stare in una continua emergenza rifiuti”.