Ri.Parti.Amo., un progetto comune per contrastare la povertà educativa

Ri.Parti.Amo., un progetto comune per contrastare la povertà educativa

Crotone – Il progetto RI.PARTI.AMO. rivolto alla povertà educativa è già partito, ed è stato presentato ieri pomeriggio presso la sala consiliare del Comune di Crotone. Ripartiamo è un progetto che nasce dal basso, ovvero dalle persone che vivono nelle istituzioni, nel terzo settore, nelle scuole  e nelle associazioni, come nelle realtà del  terzo settore, e nasce per dare risposte ai bisogni del  territorio attraverso  spazi di confronto per essere efficaci:

Sicuramente il progetto fa emergere l’importanza e il potere straordinario delle relazioni di prossimità, quelle relazioni che possono essere opportunità di riscatto per tante persone e tanti minori sul nostro territorio  – ha detto la responsabile del progetto Barbara Scarriglia  –  ognuno avrà un ruolo prezioso e fondamentale, importante per incidere davvero sul territorio crotonese. Partiamo dal presupposto che nessuno basta a sè stesso ed è necessario collaborare nell’ottica delle differenze delle professionalità, con il bisogno di incidere sul territorio e i suoi bisogni”.

Un grande capitale umano e la sfida è mettere insieme le risorse per mettere insieme le problematiche e superarle.  Il progetto è selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e finanziato da Fondazione San Zeno, Caritas Italiana e Fondazione Santa Maria Addolorata. Il progetto Ripartiamo, dunque, ha diversi partner coinvolti, come la Cooperativa Sociale Noemi, l’associazione Ape, l’associazione Le Coccinelle, la Cooperativa Sociale One, l’assessorato alle politiche sociali di Crotone, l’Unical, l’associazione Sabir, la diocesi. A moderare la presentazione del progetto Francesca Cantisani, coordinatrice di Ripartiamo e del Centro Noemi.

 



Articoli Correlati: