Rivive l’Orto Botanico con il progetto “Gli alberi per la vita”

Rivive l’Orto Botanico con il progetto “Gli alberi per la vita”

Crotone, riceviamo e pubblichiamo dall’ente comunale – Nonostante i disagi provocati dai recenti eventi alluvionali, giovedì 26 novembre, alla Via Discesa Castello, ai piedi del Castello di Carlo V, si è tenuta la programmata celebrazione del Service “Gli alberi per la vita”, cui hanno partecipato il Lions Club “Crotone Host” l’Associazione “Pythagoras Lab” e l’Associazione “Italia Nostra” che da anni a questa parte ha strappato dal degrado questa suggestiva area storica della nostra Città e proprio di suggestioni e di storia ha parlato il Responsabile per la circoscrizione X del Service Lions Avv. Fabrizio Meo che ha evidenziato come tra tutti i progetti in corso di realizzazione nell’ambito della Circoscrizione la progettualità che ha ad oggetto la Città di Crotone ha delle caratteristiche uniche. In quest’area così evocativa, verrà infatti creato un percorso botanico, già in fase di realizzazione, nel quale troveranno posto piante consacrate al culto delle divinità dai nostri progenitori greci.

Sul punto ha avuto modo di relazionare, per l’ass.ne Pytaghoras Lab, l’archeologo esperto di patrimonio culturale, Francesco De Marco che si è soffermato in particolare su tre tipologie di piante oggetto di piantumazione e cioè a dire l’alloro, che ricorda il sacrificio della ninfa Dafne trasformatasi in questa pianta sempre giovane per sfuggire alle insidie di Apollo, l’Agnocasto una pianta che rappresentava il simbolo della castità e della temperanza al punto tale che gli antichi greci prima di abbandonare la patria per intraprendere viaggi o campagne militari vi intrecciavano con i suoi rami i giacigli delle spose e l’Olivo bianco che ancora oggi viene utilizzato nelle nostre chiese per le caratteristiche del suo olio che non produce fumo. Sulle proprietà medicinali delle stesse piante e sulle ulteriori proprietà delle essenze officinali presenti nell’orto ha avuto modo di intrattenere i presenti il Presidente di Circoscrizione Dott. Roberto Iuliano che ha letto un messaggio del Governatore del Distretto 108 Y A che raggruppa tutti i club Lions da Napoli sino a Reggio di Calabria. Il Governatore Antonio Marte che si è diffuso sull’importanza dell’impegno profuso dai Lions per l’ambiente testimoniato anche dall’iniziativa in commento, approfittando della presenza del Sindaco Ing. Vincenzo Voce, ha inteso esprimere la vicinanza di tutti i Lions alla nostra Città, ferita ma non prostata, assicurando non soltanto sostegno morale quanto un fattivo contributo del Lions internazionale alla ricostruzione.


E’ stato quindi il Sindaco Ing. Vincenzo Voce, presente in rappresentanza dell’Amministrazione, assieme all’Assessore al verde Avv. Sandro Cretella ed all’Assessore al bilancio Dott. Antonio Scandale oltre che dei consiglieri: Paola Liguori, Domenico Ceraudo, Salvatore Riga, Paolo Acri, Carmen Giancotti, Giada Vrenna ed Antonella Passalacqua che ha ribadito con forza come la Città di Crotone saprà trarre da quest’ulteriore sfida le motivazioni per ricostruire e migliorarsi e che nessuno sarà lasciato indietro. Parole di apprezzamento per l’iniziativa sono state spese dall’Assessore al verde pubblico Avv. Sandro Cretella che ha sottolineato come i vincoli di spese imposti dalla Corte dei Conti fanno sì che soltanto la collaborazione tra Amministrazione ed associazionismo possa garantire nell’immediato il raggiungimento di obiettivi che sono pure essenziali per il vivere quotidiano, il principio di sussidiarietà orizzontale costituisce perciò per la nostra Comunità un punto di partenza ineliminabile.

Pur con la ristrettezza dalle misure imposte dalla pandemia diversi sono stati i soci delle 3 associazioni promotrici dell’evento a partecipare all’incontro e proprio per premiare il loro impegno, l’Avv. Fabrizio Meo, ha donato all’Ing. Gianfranco Ruperti titolare della ditta Garden Giada , al Dott. Francesco De Marco ed alla nutrita rappresentanza di “Italia nostra”, ad ognuno di loro, una splendida rappresentazione dell’Albero della vita, creata dall’orafo Michele Affidato. Nel suo intervento l’Avv. Fabrizio Meo non ha mancato di sottolineare come il luogo prescelto non potesse essere più appropriato ed evocativo, considerando che gli stessi bastioni del Castello di Carlo V, costruiti sull’acropoli greca, utilizzarono le colonne del Tempio di Hera e le pietre dell’area sacra. Dell’impegno dei Lions per le comunità ha trattato l’intervento deal Dott. Franco Palermo, Presidente del Lions Club “Crotone Host”, uno dei club di più antica tradizione d’Italia.

Il mondo dell’associazionismo nella nostra Città è perciò è pronto a raccogliere la sfida da qui ai prossimi anni, questo il messaggio e la consapevolezza di un’iniziativa che rappresenta solo un primo punto di partenza.