“Russians”, Sting ripropone il brano sui social e chiede la pace in Ucraina

“Russians”, Sting ripropone il brano sui social e chiede la pace in Ucraina

La Guerra in Ucraina è stata presa a cuore, assieme alle sorti della popolazione in fuga dai bombardamenti, anche dagli artisti del mondo della musica. Uno di questi è Sting che nei giorni scorsi sulla sua pagina social Instagram si è esibito riproponendo il brano “Russians”, opera del 1986.

La canzone era stata composta in passato per appellarsi ai russi e agli americani, in tempi di Guerra Fredda per ridurre le asperità e favorire la pace nel mondo.

“Ho cantato raramente questa canzone da quando è stata scritta tanti anni fa, perché non pensavo che sarebbe stata di nuovo rilevante”, ha scritto Sting sulla sua pagina Instagram “Ma, alla luce della sanguinosa e tristemente sbagliata decisione di un uomo di invadere un vicino pacifico e non minaccioso, la canzone è, ancora una volta, un appello al nostro comune senso di umanità”.

Sting dedica il brano agli “gli ucraini coraggiosi che combattono contro questa tirannia brutale e anche ai molti russi che stanno protestando nonostante la minaccia di arresti. Noi, tutti, amiamo i nostri bambini. Fermate la guerra”.