«Salsiccia e soppressata DOP di Calabria senza tutele»

«Salsiccia e soppressata DOP di Calabria senza tutele»

L'allarme dell'Accademia delle Tradizioni Enogastronomiche di Calabria

«Il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, con decreto del 27/01/2021 pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 11 febbraio 2021 ha di fatto ratificato l’atto con il quale il Consorzio di tutela dei Salumi di Calabria a DOP, è stato trasformato in Consorzio di tutela del Capocollo di Calabria DOP e della Pancetta di Calabria DOP, essendo venuti meno, già dal 2017, i requisiti previsti dal regolamento vigente sulla rappresentatività riguardo la Soppressata di Calabria DOP e la Salsiccia di Calabria DOP». Questo quanto si legge in un comunicato firmato dall’Accademia delle Tradizioni Enogastronomiche di Calabria.

«Al di là dei tecnicismi che alla fine interessano solo gli addetti ai lavori – si legge nella nota – sostanzialmente la salsiccia DOP e la soppressata DOP di Calabria sono rimaste orfane di tutela e valorizzazione. L’Accademia delle Tradizioni Enogastronomiche di Calabria, che ha come mission proprio la promozione e la valorizzazione delle produzioni tipiche regionali, è stata più volte sollecitata da soggetti appartenenti alla filiera a promuovere una manifestazione di interesse finalizzata alla costituzione di un eventuale nuovo consorzio di tutela e valorizzazione per le due DOP. L’Accademia stessa, da qualche anno, sta cercando di mediare sulle questioni sorte in riferimento al riconoscimento comunitario della ‘Nduja, prodotto identitario che rischia la denominazione per le solite ragioni di campanile che tanto male fanno alle produzioni regionali e all’economia calabrese»

L’Accademia stessa, da qualche anno, sta cercando di mediare sulle questioni sorte in riferimento al riconoscimento comunitario della ‘Nduja, prodotto identitario che rischia  la denominazione per le solite ragioni di campanile che tanto male fanno alle produzioni regionali e all’economia calabrese.



Articoli Correlati: