Sanremo: le opere di Affidato consegnate a due big della musica, Morandi e Ranieri

Sanremo: le opere di Affidato consegnate a due big della musica, Morandi e Ranieri

SANREMO: ASSEGNATI I PREMI DELLA CRITICA MIA MARTINI E SALA STAMPA LUCIO DALLA

Le opere di Affidato consegnate a due Big della Musica Italiana: Massimo Ranieri e Gianni Morandi.

È stato un successo sotto tutti i punti di vista. La 72eisma edizione del Festival della Canzone Italiana, ha incassato consensi ovunque. Tantissimi gli artisti in gara, che si sono alternati sul palco del Teatro Ariston, condotto, per il terzo anno consecutivo, da Amadeus. A trionfare, il duo Mahmood e Blanco, che con il brano “Brividi”, hanno conquistato la sala stampa, la giuria e il pubblico da casa. Anche quest’anno presente con la sua arte orafa il maestro Michele Affidato, che da diversi anni realizza i premi speciali del Festival, consegnati agli artisti che più hanno brillato nel corso della kermesse musicale. Tra questi spiccano, in particolar modo: il “Premio della Critica Mia Martini” e il premio “Sala Stampa Lucio Dalla”.

Il Premio della Critica, ideato nel 1982, è diventato nel tempo un premio fisso tra quelli assegnati nella serata finale del Festival, consiste in una scultura galvanizzata in oro e argento ed è composta da un leone che si appoggia ad una chiave di violino, con alla base una composizione di fiori in argento, dove sono state incastonate pietre di topazi azzurri. A trionfare quest’anno è stato Massimo Ranieri con il brano “Lettera al di là del mare”; mentre il Premio Sala Stampa Lucio Dalla, che dal 2006 viene conferito dai giornalisti di Radio, Web e TV, è andato a Gianni Morandi che ha cantato: “Apri tutte le porte”. Tra i tanti premi realizzati dall’azienda Michele Affidato, anche il “Soundies Awards – Casa Sanremo”, dedicato ai videoclip delle canzoni in gara e destinato alle case discografiche, assegnato a Matteo Romano, il più giovane concorrente in gara, che ha vinto con il brano “Virale”. La premiazione si è svolta all’interno di Casa Sanremo, con l’artista collegato da remoto, che ha ricevuto “virtualmente” il trofeo da Vincenzo Russolillo e dallo stesso Michele Affidato.

Ma in questi giorni non si è svolto solamente il Festival di Sanremo. In parallelo alla kermesse, nella “Città dei Fiori”, ha preso vita la prima edizione del “Cristian Music – Festival della Canzone Cristiana”. Anche per questo evento, è stata incaricata l’azienda Michele Affidato per la realizzazione dei premi. Per tre giorni, 23 artisti, hanno proposto testi di carattere religioso, attraverso gli stili più diversi: dal pop, al rock, al rap, passando per la musica corale e lirica. Radio Vaticana e Vatican News, media ufficiale dell’evento, ha trasmesso, in diretta, questa tre giorni, condotta dal direttore artistico Fabrizio Venturi e dalla brava Valentina Spampinato.

A vincere il contest, decretato dalla giuria presieduta dal produttore discografico Gianni Testa, è stato il brano “Vale la pena“, del religioso brasiliano fra Vinicius Sotocorno. Al secondo posto si è piazzato poi il rapper Shoek, che ha cantato “Nuova razza”, mentre ha chiuso il podio Stella Sorrentino con “Lui è l’Amore“. I premi consegnati ai primi tre classificati, sono stati realizzati interamente a mano su lastra in argento dipinta con smalti e foglia oro, raffiguranti una croce intersecata da una chiave di violino, con a fianco una palma ed un leone.

“Ancora una volta per la mia azienda è stato gratificante mettere la nostra arte al servizio dell’evento musicale più importante nel nostro paese e vedere le nostre creazioni assegnate ai grandi della musica italiana – dichiara Michele Affidato – la musica suscita forti passioni, stimola i ricordi, facilita e rafforza i legami sociali. È stato davvero emozionante vedere assegnato il premio Sala Stampa Lucio Dalla a Gianni Morandi. Da anni siamo legati da una profonda amicizia e vedere il premio realizzato dalla mia azienda in mano a lui, mi ha riempito di gioia”.