Santa Severina, al Liceo “D. Borrelli” un progetto di accoglienza delle classi prime

Santa Severina, al Liceo “D. Borrelli” un progetto di accoglienza delle classi prime

Santa Severina (KR) – Il nuovo anno scolastico al Liceo Classico “D. Borrelli” parte con il Progetto accoglienza per le classi Prime. Una serie di attività che si inseriscono in un programma educativo più ampio che si propone di prevenire il disagio, l’insuccesso e l’abbandono scolastici, favorendo l’integrazione, il coinvolgimento, la responsabilizzazione, la conoscenza, il rispetto delle regole per poter “stare bene” a scuola. Il progetto educativo si propone altresì di favorire la formazione del cittadino di domani, attraverso attività ludico-didattiche e di laboratorio, nautiche, ambientali e sportive, in strutture accreditate, grazie alle quale gli alunni coinvolti possano acquisire abilità, capacità e competenze trasversali.

La novità di quest’anno è l’avvio della collaborazione con il Club Velico di Crotone, guidato dalla dott.ssa Paola Proto, per una serie di giornate dedicate alle lezioni di Vela che vedranno coinvolti proprio i ragazzi delle classi Prime. In realtà già nello scorso anno scolastico (21/22) era stata fatta una simile esperienza con le classi Terze della Scuola Secondaria di Primo Grado dell’I. O. Borrelli, un mini corso di vela che ha appassionato gli studenti a tal punto da riproporre il modulo quest’anno per i ragazzi delle classi Prime dell’Istituto Tecnico per il Turismo e del Liceo Classico “D. Borrelli”.

“L’obiettivo principale – ha affermato la Dirigente Scolastica dell’Istituto Omnicomprensivo D. Borrelli Antonietta Ferrazzo – è quello di favorire il superamento delle difficoltà iniziali degli studenti che iniziano un nuovo percorso di studi. Siamo convinti, infatti, che la scuola nel suo complesso trarrà beneficio di questa esperienza: da una parte i docenti delle classi coinvolte potranno immediatamente conoscere i loro allievi in un ambiente meno condizionante di quello scolastico, dall’altra gli studenti avranno la possibilità di socializzare fra loro, di sentirsi appartenenti al nuovo gruppo classe e alla scuola che li accoglie. La metafora del “viaggio”, occasione di scoperta di luoghi e persone diverse, diventerà per i neo studenti un’opportunità per iniziare senza diffidenza il nuovo percorso formativo all’interno della scuola.” Sono cinque gli incontri previsti, due teorici e tre di pratica di vela.

I tutor che guideranno i ragazzi in questa esperienza sono il prof. Tommaso Squillace e la prof.ssa Anna Maria Verzino, gli esperti del Club velico Alessandro Giungato e Gianluca Cortese. Il progetto è possibile grazie ai fondi del Piano Estate 2022 finalizzati alla socializzazione e all’accoglienza