Scandale “stop” alla discarica: efficaci le osservazioni del sindaco Barberio

Scandale “stop” alla discarica: efficaci le osservazioni del sindaco Barberio

Riceviamo e pubblichiamo – Scandale (KR) – La Regione Calabria ritira il provvedimento per la realizzazione della discarica di Scandale con l’avvio del riesame in autotutela. Le indagini della Procura della Repubblica hanno portato il Dipartimento Regionale a ritornare sui suoi passi e ritirare l’autorizzazione integrata ambientale per l’avvio del progetto di costruzione della discarica di Santa Marina.
 È una campagna che sto combattendo, assieme alla mia comunità e per la mia comunità, da ormai 10 anni. – sostiene il sindaco Barberio, che continua – Ho sempre lottato per far sì che questa discarica non si facesse e sono soddisfatto che le mie osservazioni erano giuste. Ho sempre sostenuto che i pareri espressi dalla Regione Calabria erano illegittimi e li ho sempre evidenziati in ogni sede.”
Infatti si scopre che dopo i sopralluoghi e le indagini della Procura della Repubblica, come si legge nella stessa nota del Dipartimento, nelle “particelle su cui ricadrebbe parte dei sedimi delle costruende vasche (celle), risultavano parzialmente interessate alla presenza di alberatura (per lo più eucalipti), comunque non certificati in sede di rilascio dell’Autorizzazione integrata ambientale”. C’era dunque, oltre a tutti gli altri vincoli e incompatibilità dell’impianto, anche un vincolo forestale non emerso tra le carte presentate per ottenere l’Autorizzazione. Conclude il Sindaco Barberio: “Continueremo a seguire la vicenda e alla fine chiederemo i danni alla Regione Calabria per aver tenuto in tensione la nostra comunità e aver costretto il comune a spendere tante risorse per difendersi”.
Comune di Scandale



Articoli Correlati: