Scuola, il Consiglio di Stato rigetta il ricorso di Spirlì

Scuola, il Consiglio di Stato rigetta il ricorso di Spirlì

Confermata la didattica in presenza fino alle medie.

Il Consiglio di Stato ha rigettato l’istanza cautelare presentata dalla Regione Calabria in merito all’ordinanza di sospensione della didattica in presenza. Si legge: “tenuto conto della rilevanza del diritto alla istruzione e del contesto di socialità specialmente per gli alunni più giovani, l’ordinanza avrebbe dovuto essere motivata con dati scientifici evidenzianti il collegamento tra focolai attivi sul territorio e impatto della attività scolastica in presenza; alla circostanza che, trattandosi di Regione non classificata “zona rossa” (il che imporrebbe per alcune classi il ripristino della DAD), nella ordinanza regionale vi è una chiusura generalizzata.

Dunque le scuole rimangono aperte in tutta la Calabria dall’infanzia alle medie. Ancora in Dad le superiori.


E mentre continua il dibattito tra genitori pro e contro la riapertura è stata lanciata la proposta della did anche nel capoluogo pitagorico.