Scuola, la Azzolina firma l’ordinanza per l’inizio delle lezioni

Scuola, la Azzolina firma l’ordinanza per l’inizio delle lezioni


La Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha firmato l’ordinanza che stabilisce l’avvio delle lezioni per l’anno scolastico 2020/21 dal giorno 14 settembre 2020. La data prevista dall’ordinanza vale per tutte le scuole dell’infanzia, del primo ciclo e del secondo ciclo di istruzione appartenenti al sistema nazionale di istruzione, compresi i Centri provinciali per l’Istruzione degli adulti, su tutto il territorio nazionale.

Le Regioni adotteranno, poi, le determinazioni di propria competenza in materia di calendario scolastico, ferma restando la necessità di effettuare almeno duecento giorni di lezione, secondo quanto stabilito dalla normativa vigente.

Confermato lo svolgimento, a decorrere dal 1° settembre 2020, delle attività di integrazione e recupero degli apprendimenti relativi all’anno scolastico 2019/2020.

Si lavora intanto a tutte quelle disposizioni aggiuntive che riguardano la sicurezza, le norme anti-contagio, il distanziamento all’ingresso e in classe e la prassi da seguire in caso di studente o personale positivo. Argomenti che sono stati oggetto di numerose uscite pubbliche e interviste da parte della Azzolina che ha ad esempio affermato che ci sarà una “flessibilità” che riguarda le ore in aula. Confermata la volontà di fare lezione in altri luoghi di cultura – a Crotone il Consorzio Jobel ha messo a disposizione gli spazi del Museo e i Giardini di Pitagora -, sì anche ai test sierologici che non saranno però obbligatori e tamponi a tappeto se dovesse registrarsi un caso positivo in una classe.

Le decisioni che riguardano la tutela della salute pubblica verranno ovviamente prese con la collaborazione continua tra il Miur, Ministero della Salute, Commissario Arcuri e Comitato tecnico-Scientifico.