Serie A, notte fonda per il Crotone di Stroppa

Serie A, notte fonda per il Crotone di Stroppa

Il Crotone ritorna a giocare di domenica pomeriggio, impegnato sul difficile campo del Bologna. I calabresi, ancora a quota due punti, escono sconfitti dal Dall’Ara.

Mister Stroppa perde alla vigilia anche Benali (affaticamento al polpaccio sinistro), Riviere (fastidio al quadricipite sinistro) e Djidji (problemi alla schiena), che si aggiungono alle assenze di Cigarini, Siligardi e Rispoli. Si rivede Molina, schierato a mezzala al posto di Benali, che è l’unica nota positiva della settimana, oltre al rientro di Luperto dopo aver scontato una giornata di squalifica.


Scelte costrette, quindi, per l’allenatore pitagorico che decide di dare un’altra opportunità a Petriccione a centrocampo e che, tra gli attaccanti, ha il solo Dragus in panchina, dove siedono anche tre primavera: l’esterno destro Mignogna, l’esterno sinistro Ranieri e il centrocampista Timmoneri.

Mihajlovic deve fare ancora a meno di Olsen, Dijks e Santander, per il resto La Rosa è al completo. L’allenatore del Bologna si affida quindi all’attacco tutta corsa e fantasia formato da Orsolini, Soriano, Barrow e Palacio.

La partita è stata decisa da Soriano, a fine primo tempo, permettendo alla squadra bolognese il riscatto dopo la brutta sconfitta subita mercoledì in Coppa Italia, perdendo con lo Spezia di Italiano.

La partita termina con i padroni di casa che trovano la seconda vittoria consecutiva in campionato e con il Crotone rimasto nel secondo tempo negli spogliatoi e che sprofonda sempre più ultimo sempre più distante dalla zona salvezza.

«Non siamo stati aggressivi come dovevamo essere, alcune situazioni ci hanno visti in difficoltà – ha commentato così il tecnico Giovanni Stroppa al termine della partita –  Nel primo tempo una grande partita, potevamo andare in vantaggio ma alla fine abbiamo preso un gol evitabile soprattutto per una squadra che deve salvarsi».

Poi sull’emergenza in attacco dice: «Al di la del mercato di gennaio al quale non sto pensando mi preme avere a disposizione tutta la rosa. Sono da inizio anno che giocano Simy e Messias. Dragus viene da un mese di Covid-19, Riviere non l’abbiamo praticamente mai avuto se non nella gara di debutto di Genova dove tra l’altro ha segnato e Siligardi è in ritardo e alle prese con qualche acciacco»

Tabellino:
BOLOGNA (4-2-3-1):
Skorupski; De Silvestri, Danilo, Tomiyasu, Hickey; Schouten, Svanberg (Dominguez 75′); Orsolini (Sansone 18′), Soriano, Barrow (Vignato 87′); Palacio.
ALL. Mihajlovic

CROTONE (3-5-2):
Cordaz; Magallan (Golemic), Marrone (Cuomo45′), Luperto; Pereira, Molina, Petriccione, Vulic (Dragus), Reca (Crociata 79′); Messias, Simy.
ALL. Stroppa
Ammoniti: Petriccione (C) 15′; Marrone (C) 19′; Hickey (B) 30′; Magallan (C) 58′; Luperto (C) 72′; Palacio (B) 74′;
Espulsi:
Marcatori: Soriano (B) 47′;