Serie B, Crotone – Brescia 0-1: è un Crotone troppo brutto per essere vero

Serie B, Crotone – Brescia 0-1: è un Crotone troppo brutto per essere vero

Prima infrasettimanale del nuovo anno, con il Crotone che ospita il Brescia di Pippo Inzaghi.

Mister Modesto inserisce solo due modifiche alla squadra che ha perso il derby, con Mogos che riprende il suo posto da titolare e Borello che ritorna in campo con Mulattieri che va in panchina e Maric che si sposta al centro dell’attacco.

La partita inizia subito su livelli altissimi con le squadre che si affrontano a viso aperto. Al settimo bella ripartenza del Crotone con Borello che lancia Nicoletti in area, ma il laterale rossoblu scivola al momento del tiro. Cambio di fronte e sono le rondinelle ad andare vicino al gol con Moreo che da buona posizione tira di poco a lato.

Ritmi altissimi da ambo i fronti e tanti errori in fase di rifinitura caratterizzano questi primi quindici minuti.

Al 22esimo Kargbo scappa a sinistra e si infila in area, ma sul suo cross in area non c’è nessuno in posizione per battere a rete.

Le due squadre prendono le misure una sull’altra e i portieri sono poco impegnati.

Al 34esimo il signor Volpi vede un fallo di mano in area di Golmiec e assegna il rigore, sul dischetto si presenta Tramoni che spiazza Saro e insacca portando in vantaggio il Brescia.

Il Crotone appare tramortito e Tramoni due minuto dopo il gol ha la possibilità di raddoppiare ma il itro da buona posizione finisce a lato.

Lo spavento scuote i rossoblu che provano a reagire, ma manca la lucidità.

Il signor Volpi assegna un minuto di recupero in cui non succede assolutamente nulla.

Le squadre vanno negli spogliatoi con le rondinelle in vantaggio. Nel primo tempo si è visto onestamente poco. Portieri inoperosi e, probabilmente, se non ci fosse stato il rigore saremmo ancora sullo zero a zero. Crotone spuntato che ha tirato una sola volta verso la porta (tiro fuori con Joronen che neanche si tuffa) contro gli otto tentativi dei bresciani. Anche il possesso palla parla lombardo con il Crotone che a cominciato bene ma che nel corso del primo tempo si è rintanato nella propria trequarti cercando di trovare la giusta ripartenza.

Mister Modesto ora dovrà trovare le giuste modifiche alla squadra per cercare, non solo di recuperare il risultato, ma anche di invertire l’inerzia della partita.

La ripresa comincia con una novità per il Brescia (Pajac per Huard) e due per il Crotone: Modesto inserisce Mulattieri e Sala per Kargbo e Nicoletti, con Borello che diventa trequartista dietro le due punte.

Il Crotone entra in campo con grinta ma senza un gioco fluido e la pressione rossoblù non genera alcun risultato.

Modesto capisce la crisi dei suoi e prova a cambiare ancora inserendo Calapai al posto di Mogos e Marras per Borello.

Al 64esimo Mulattieri batte un clopo, l’attaccante scuola Inter ruba palla e si accentra e da fuori area prova il destro, ma la palla termina a lato.

La partita è brutta, con il Crotone che cerca la giocata giusta ma manca la qualità, come al 73esimo quando Calapai entra in area da destra ma il cross è brutto e termina lontano dagli attaccanti rossoblu.

Inzaghi al 74esimo gioca la carta Palacio per cercare di approfittare di un Crotone confusionario e a corto di idee.

Mossa della disperazione per Modesto che toglie Nedelcearu e inserisce Adekanye.

All’89esimo Sala sciupa la più grande occasione per il Crotone: Calapai entra da destra e pennella al centro un cross che andava spinto dentro, ma Sala colpisce male e manda la palla fuori.

Cambio di fronte e il Brescia ha la palla per chiudere la partita, Palacio taglia la difesa rossoblu come il burro e poggia al centro per Bertagnoli il cui tiro viene deviato in angolo da un ottimo Saro.

Il signor Volpi assegna 4 minuti di recupero, inutili per questo Crotone.

La partita finisce così con i rossoblu alla seconda sconfitta consecutiva e con mister Modesto che torna a casa con molti più pensieri che certezze.

La contestazione della Sud non è solo giustificata, ma è la giusta reazione di un pubblico che è abituato a vedere un calcio diverso e quello di oggi assomigliava troppo all’anticalcio.

Domenica si va a Lecce ed in queste condizioni sarà difficile pensare all’impresa.

Giatur

 

Tabellino:

Crotone 3-4-2-1

Saro, Nedelcearu (Adekanye 84′), Golemic, Cuomo, Mogos (Calapai 57′), Estevez, Awua, Nicoletti (Sala 45′), Borello (Marras 57′), Kargbo (Mulattieri 45′), Maric.

All. Ciccio Modesto

 

Brescia 4-3-1-2

Joronen, Karacic (Sabelli 78′), Cistana, Mangraviti, Huard (Pajac 45′), Bisoli, Proia, Leris (Palacio 74′), Bertagnoli, Moreo (Bajic 67′), Tramoni (Papetti 74′).

All. Pippo Inzaghi

Ammoniti: Huard (B) 20′;

Espulsi:

MArcatori; Tramoni (B) 35′;