Servizio civile, un’opportunità per 140 giovani calabresi

Servizio civile, un’opportunità per 140 giovani calabresi

Non si erano mai visti nel nostro territorio 140 posti da destinare a giovani tra i 18 e i 28 anni in cerca di esperienze formative che fanno anche “curriculum”. Grazie al CSV Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia “Calabria Centro”, che ha presentato il progetto al Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, gli aspiranti volontari dell’area centrale della Calabria potranno scegliere tra i due progetti di cui consta il programma “Pronti, partenza, V.I.A! (Volontariato per l’Inclusione Attiva).

Uno è “Over the raimbow”, che si rifà all’obiettivo 1 dell’Agenda 2030 per dare sostegno, inclusione e favorire la partecipazione delle persone fragili nella vita sociale e culturale del Paese, con la finalità di porre fine ad ogni povertà nel mondo; l’altro è “Io come te”, che intende perseguire l’obiettivo di ridurre l’ineguaglianza all’interno di e fra le Nazioni, e fa particolare riferimento all’obiettivo n. 10.2 di Agenda 2030.

A dare man forte alla validità del programma di Servizio Civile Universale presentato, oltre al supporto dei partner istituzionali (Comuni di Catanzaro e Soverato, Cooperativa tra Cielo e Terra, Ufficio Diocesano Migrantes, Centro Cittadino per i Servizi Sociali, Coordinamento Antiviolenza Donne Insieme Calabria (Cadic), Asd Ad Maiora), è stata la corposa rete di enti di attuazione (Fondazione Città Solidale con 23 sedi; Spazio Aperto; Il Girasole; AMA Calabria, Mamas Lucky; Il Futuro; Ave-Ama; Un raggio di sole; Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore; I Tre Melograni; Acqua della Vita, Anteas San Paolo; I giovani della carità), invitati venerdì scorso a prendere parte – nella sede di Catanzaro del CSV o da remoto – per organizzarsi sul da farsi.

I tempi, infatti, sono strettissimi, dato che la scadenza per l’invio delle domande di partecipazione è fissata alle ore 14 del 10 febbraio: e come hanno tenuto a precisare il presidente e il direttore del CSV Calabria Centro, Guglielmo Merazzi e Stefano Morena – affiancati dai coordinatori Filippo Sestito e Maurizio Greco delle sedi territoriali di Crotone e Vibo Valentia e da parte dello staff – è ora di concentrarsi sulla divulgazione dell’importante opportunità, che porterà all’organizzazione di un momento pubblico per la presentazione.

Ogni sede di attuazione potrà, dunque, contare per un intero anno sull’apporto di quattro ragazzi, nuova “linfa vitale” per le associazioni, spesso bisognose di una ventata di entusiasmo e di carica positiva che ridia forza alla loro operatività. Ma occorre che i giovani dell’intero territorio di competenza che abbraccia le tre province – Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia – sappiano cogliere l’occasione al volo e destinare un anno della loro vita ad un progetto di finalità sociale che porterà anche il marchio delle loro idee e dei loro buoni propositi.

Tra le associazioni coinvolte, intanto, si costituirà – su proposta del presidente Merazzi – un comitato di coordinamento che verificherà l’andamento delle attività di cui si compone l’intero programma e i due progetti che ne conseguono.

E per i ragazzi l’invito è quello di collegarsi al sito del CSV Calabria Centro (www.csvcalabriacentro.it) e di visionare la sezione dedicata al Servizio Civile per assumere tutte le informazioni che ne derivano in merito al collegamento alla piattaforma nazionale, che richiede l’iscrizione tramite SPID. Le domande, infatti, potranno essere inviate solo ed esclusivamente online.