Si è spento Enrico Maiolo: trovò il diadema di Hera Lacinia. Il cordoglio del Museo di Crotone e dell’amministrazione

Si è spento Enrico Maiolo: trovò il diadema di Hera Lacinia. Il cordoglio del Museo di Crotone e dell’amministrazione

Crotone – Oggi la città ha perso Enrico Maiolo, operaio e poi dipendente presso il Museo Archeologico Nazionale di Crotone.

Ritrovò il diadema di Hera Lacinia  in una campagna di scavi del 1987 a Capo Colonna.  Con le sue mani ha realizzato elmi, riproduzioni delle monete di Kroton, e la stessa corona della dea greca che simbolicamente donava per qualche scatto nel museo di via Risorgimento.

Queste le parole della direzione del Museo Archeologico Nazionale diretto da Gregorio AversaQuante volte ci hai raccontato della scoperta del diadema. Quante volte hai dimostrato il tuo orgoglio per aver partecipato ad una delle campagne di scavo più entusiasmanti dell’archeologia calabrese. Quante volte abbiamo gioito insieme per il nostro Museo. Ora torni alle sorgenti della vita. Ci mancherai, Enrico!

In questa foto del 2021, dona una riproduzione della moneta di Kroton al sindaco Voce, durante la cerimonia di inaugurazione del tripode sul lungomare. Così ha scritto l’amministrazione comunale.

Apprendiamo con dolore della scomparsa di Enrico Maiolo, l’uomo che nel corso della campagna di scavi presso Capo Colonna, nel 1987, ritrovò il diadema di Hera Lacina, restituendo a Crotone e al mondo una delle più importanti testimonianze del glorioso passato di Kroton.

La sua figura è strettamente legata a quel ritrovamento. Se oggi il Museo Archeologico espone quel capolavoro, conosciuto ed apprezzato in tutto il globo, è dovuta alla passione e all’attenzione oltre che alla professionalità di Enrico Maiolo al quale intere generazioni di crotonesi debbono riconoscenza.
Alla famiglia la più sincera espressione di cordoglio personale, da parte del sindaco e dell’amministrazione comunale

Rachele Via
Assessore alla Cultura