“Siamo sempre più pochi a manifestare per l’Aeroporto di Crotone, dove sono i sindaci”?

“Siamo sempre più pochi a manifestare per l’Aeroporto di Crotone, dove sono i sindaci”?

Crotone – Questa mattina alle ore 8,30 sono ritornate le bandiere del comitato cittadino Aeroporto Crotone davanti l’ingresso dello scalo aeroportuale di Sant’Anna, ad Isola di Capo Rizzuto (KR). Il territorio di Crotone è isolato, di manifestazioni ne sono state fatte tante così come di promesse, svanite nel nulla.

L’aeroporto di Crotone, dice il Comitato, subirà l’ennesima riduzione di voli: in inverno vi saranno solo otto voli settimanali, con lo scalo da e per Roma una vera utopia. “La Sacal non ha investito niente finora nel nostro aeroporto – dichiara il Comitato –  lasciandolo agonizzante nei suoi problemi ed uccidendo pian piano sul nascere ogni idea di rilancio fondati sulla diffusione di dati di traffico ottimi generati con i pochi voli”. Presenti solamente il primo cittadino di Isola di Capo Rizzuto (KR) Maria Grazia Vittimberga e la consigliera comunale di Crotone Anna Cantafora.

“Nessun sindaco si è presentato questa mattina a collaborare con il Comitato – tuona Vito Martino, del Comitato Cittadino Aeroporto  – i sindaci dovrebbero rappresentare il popolo di Crotone, questo è vergognoso. Questo problema non interessa a nessuno, abbiamo tanti parlamentari  ma nulla, il territorio sta morendo, la provincia di Crotone è la più povera d’Europa. Vergogna a tutti. Non si può ridurre un territorio alla fame, senza ferrovia, aeroporto, bisogna reagire subito”

I voli sono stati aumentati sugli altri scali, denuncia il Comitato, mentre il nostro aeroporto, continuano, rimane a secco: “Voglio esprimere la mia delusione, ma dopo cinque anni di lotte non vedo cambiare nulla – aggiunge Franco Turano del Comitato Cittadino Aeroporto  – abbiamo incontrato i ministri dei trasporti, i presidenti della regione, abbiamo coinvolto i sindaci della provincia, sono deluso. Ci sono poche persone, pur interessando un vasto territorio”.

La manifestazione si è svolta questa mattina presso l’aeroporto di Crotone in concomitanza con il tavolo tecnico chiesto dalla Regione per rilanciare lo scalo di Reggio Calabria: “Forse meritiamo questo isolamento, perchè non manifestiamo per il nostro territorio, che è destinato a morire”, continua Turano.

Danilo Ruberto