Sondaggio – Sulla tavola dei crotonesi una sfida a suon di tradizione. I risultati

Sondaggio – Sulla tavola dei crotonesi una sfida a suon di tradizione. I risultati

Si è acceso il Natale in città. Le luminarie per le strade del centro e sul corso regalano una magica atmosfera ai tanti crotonesi che finalmente, in questi giorni, sono tornati a riempire le strade. A ravvivare un entusiasmo offuscato dal difficile periodo che si vive in Italia è stato sicuramente l’evento organizzato per l’accensione dell’albero di natale in piazza Pitagora.

Tanti cittadini hanno voluto presenziare a un gesto simbolico che però sembra aver ridato un pizzico di spensieratezza a tutti.

E in questo periodo che anticipa la festa del Natale anche noi della redazione, questa settimana, abbiamo voluto proporre un sondaggio un po’ diverso dal solito. Ai nostri lettori abbiamo chiesto “Cosa non può mancare sulle tavole dei crotonesi durante le feste”. Come sempre sono stati in tanti a rispondere proponendo sui social ricette e menù della tradizione ma anche particolari.

«Per un antipasto sorprendente provate le polpette di ‘ndujia» suggerisce Maria. «Pasta al forno e polpette non possono non essere servite» aggiunge Martina anche se a risponderle è Franca: «Maccheroni o covatelli fatti in casa col sugo di carne sono il top».

«Non dimenticate il vino dei nostri vigneti» commenta Francesco. Più in generale, scegliendo tra le risposte da noi proposte, il 37% ha scelto le “vrasciole di baccalà” portata insostituibile nel menu di queste feste. Il 30% ha optato per il dolce, scegliendo “crustoli e susumelle” come elemento immancabile sulla tavola.

Il 12% ha scelto il contorno: le “cipuddrette” mantengono il loro fascinoso gusto.
L’11% ha virato sul primo e quindi sul piatto della tradizione “spaghetti con le alici”.
Solo il 5% ha preferito il vino di Ciró a tutti gli altri piatti.

Una sfida a suon di gusto e nel segno della tradizione per presentare sulla tavola imbandita le eccellenze crotonesi dall’antipasto ai primi piatti, passando per i secondi, i contorni e ovviamente il dessert.