Spiragli per Palazzo Milone

Spiragli per Palazzo Milone

I lavori all’edificio dovrebbero riprendere a breve e concludersi entro la fine dell’anno

Spiragli di luce su Palazzo Milone. I lavori di riqualificazione dell’ex caserma dovrebbero infatti riprendere e concludersi entro la fine dell’anno. Ad annunciarlo è il presidente della Provincia di Crotone Nicodemo Parrilla che nei giorni scorsi, supportato dall’operato del dirigente al patrimonio, ha seguito l’iter previsto per la ripresa degli interventi. Dopo il sopralluogo e l’incontro con la ditta appaltatrice, l’ente intermedio ha deciso dunque di investire, per l’ennesima volta, su uno degli edifici storici di Crotone. Situato nel cuore della città vecchia, la struttura da anni attende di essere riconsegnata alla città. Nel 2014 furono inaugurati i primi locali ristrutturati e affidati alla Cooperativa Agorà per realizzare un centro di aggregazione musicale. Strumenti acquistati, stanze sistemate, ma servizi igienici impraticabili. Da allora e fino ad oggi, dunque, è stato praticamente impossibile usufruire degli spazi. Intanto l’edificio è stato preso d’assalto dall’inciviltà e in poco tempo si è trasformato in un’altra incompiuta, abbandonata, fotografata dai turisti a passeggio per le vie del centro storico e catturati da quell’immagine: un cantiere aperto da anni, e potenzialmente pericoloso. Una costruzione che rompe l’armonia del luogo che occupa. Ora l’obiettivo è quello di terminare i lavori nel più breve tempo possibile. «Saranno circa 200 mila le risorse da impegnare – ha spiegato Parrilla – e che l’ente si impegna d intercettare anche perché lo scopo è quello di fittare gli spazi. La Provincia deve invertire la tendenza. Puntiamo sulle entrate che arrivano anche da queste operazioni».

V. R.