SS. 106, Tesoriere e Cavallo: “Cosa aspetta il sindaco a chiamare l’Anas? La gente è stanca della politica del nulla»

SS. 106, Tesoriere e Cavallo: “Cosa aspetta il sindaco a chiamare l’Anas? La gente è stanca della politica del nulla»

Crotone, riceviamo e pubblichiamo dai consiglieri comunali Tesoriere e Cavallo:
Stiamo assistendo ad un triste e inqualificabile spettacolo negli ultimi giorni su temi molto importanti che riguardano il futuro della nostra città. Lo scollamento totale dalla realtà di taluni soggetti di maggioranza porta gli stessi ad ergersi come detentori della verità assoluta, tanto da portare a definire l’opposizione il male assoluto e a qualificarla come falsa e pretestuosa. Un comportamento profondamente lontano dai principi democratici che dovrebbe essere alla base di chi ricopre ruoli istituzionali.

Siamo stati investiti dalla volontà popolare per portare avanti le nostre idee ed è questo che faremo senza farci intimorire. È ora di fare fatti concreti e porre l’attenzione ai problemi reali della città’ e noi questi vogliamo risolvere con il nostro contributo. Davvero troppe le cose irrisolte nel corso degli anni e tante le promesse mai portate a termine dalle vecchie amministrazioni di sinistra Vallone prima e Pugliese per ultimo, oltre che dalle due parlamentari grilline.

Tra queste vogliamo porre l’attenzione al problema della sicurezza stradale per la carenza di illuminazione in tutto il tratto stradale della s.s 106 , da località Passovecchio sino agli ingressi della città sud e nord. Un percorso molto trafficato per via delle zone residenziali dei quartieri Margherita, Gabella e altri, oltre che della presenza di numerose attività commerciali. Un problema questo che ha causato tragedie immani a causa degli incidenti stradali che hanno provocato la prematura scomparsa di vite umane, molte delle quali tra i nostri concittadini. Cosa aspetta il Sindaco a convocare Anas? Devono verificarsi prima altre tragedie? C’era un accordo di programma con il Corap affinché Anas intervenisse per risolvere il problema sostituendosi al primo che ne ha la competenza, ma ancora ad oggi nulla è stato fatto. Adesso basta perché la gente è stanca della politica del nulla e degli annunci al vento.
Dobbiamo pretendere i nostri diritti perché non siamo figli di un Dio minore e ritornare alla politica del fare!