“Storia e binari: le ferrovie del Marchesato”: Giulio Grilletta al corso di Archeologia del Gak

“Storia e binari: le ferrovie del Marchesato”: Giulio Grilletta al corso di Archeologia del Gak

“Storia e binari: le ferrovie del Marchesato” Medico, giornalista e autore di libri a carattere storico-militare, Giulio Grilletta è anche un appassionato di storia dei trasporti ferroviari, argomento al quale ha dedicato articoli per varie riviste. Al Corso di archeologia e storia del GAK presenta un suo contributo sulle ferrovie realizzate nel territorio del Marchesato di Crotone. Tre le date fondamentali nello sviluppo di queste infrastrutture:

il 1° giugno 1874 veniva inaugurata la tratta FS Cariati-Cotrone (e un anno e mezzo dopo la Cotrone-Catanzaro Marina); il 18 dicembre 1924 veniva emanato il regio decreto n° 2145 che dichiarava la pubblica utilità di una ferrovia privata di 2a categoria (futura Val di Neto) da Cotrone Porto ad Altilia; il 16 giugno 1930 veniva aperto all’esercizio il tronco Crotone Città-Petilia Policastro delle Ferrovie Calabro-lucane.

Nella sua relazione Grilletta presenterà testi, carte topografiche, foto d’epoca e altri documenti storici che condurranno gli ascoltatori in un viaggio a ritroso nel tempo. Immagini comparative ed elaborazioni grafiche dello stesso autore permetteranno anche di giudicare quanto sia rimasto in città e in provincia di quel patrimonio ferroviario e come sia cambiato il profilo infrastrutturale di quella che un tempo era, come la definisce Grilletta con rammarico e nostalgia, la “città delle tre ferrovie”. Il direttore del Gak, Vincenzo Fabiani