“Sull’aeroporto Sant’Anna è sceso il silenzio”. Obiettivo del Comitato è avere nuovi voli

“Sull’aeroporto Sant’Anna è sceso il silenzio”. Obiettivo del Comitato è avere nuovi voli

Crotone – “C’è un silenzio da parte delle istituzioni sullo scalo aeroportuale crotonese” ha detto così, questa sera, il Comitato Cittadino Aeroporto Crotone in un’apposita conferenza stampa per tracciare una breve analisi sull’operatività dello Scalo Sant’Anna, di Isola di Capo Rizzuto. Un silenzio, hanno aggiunto i promotori del Comitato Giuseppe Martino e Franco Turano, circa i finanziamenti annunciati a gennaio ed ancora non concretizzati, in modo particolare per l’ILS

In Regione non succede nulla, siamo sempre pronti sperando succeda qualcosa, vogliamo tenere l’attenzione sull’aeroporto dato che poche persone stanno attente a questo problema“, ha dichiarato Turano. Ryanair intanto ha annunciato per il 2022 un volo per Venezia: “Ogni volo fa numeri, e siccome il presidente di Sacal si lamenta che non ci sono numeri, bè quale occasione migliore per istituire altri voli”. L’obiettivo, ha precisato il Comitato, è Roma. “Sì, voli per Roma e per Pisa e Torino che farebbero grandi numeri per il nostro aeroporto, anche se il nostro obiettivo principale è la capitale“:

Da quando esiste il Comitato Cittadino Aeroporto Crotone, ovvero cinque anni, Crotone ha guadagnato due voli ha continuato Giuseppe Martino, “Questa situazione di isolamento non cesserà se permarrà questo silenzio istituzionale, i sindaci sono sì presi da tanti problemi, ma i cittadini non hanno più la possibilità di ritornare, così come quando mi chiesero una volta scesi a Crotone, come si arriva a Pallagorio?”. Poi, ha continuato: “Sfatiamo questo mito, i cittadini di Crotone si spostano per necessità, non per villeggiatura”.

La richiesta avanzata è tariffe speciali al pari di quelle operate in Sicilia, per le fasce di cittadini più deboli da finanziare con la prossima legge di bilancio. Ovvero buoni sconto speciali per studenti e lavoratori fuori sede, o per persone affette da malattie che devono affrontare viaggi fuori regione. Tariffe agevolate anche per i disabili per le destinazioni non solo nazionali ma anche europee.