Terzo Giovedì di Santa Rita: «Il male assedia la nostra vita»

0
Reale Mutua – sezione post

Oggi, 21 febbraio 2019, è il terzo dei quindici giovedì di Santa Rita da Cascia, una devozione che commemora i 15 anni in cui la santa portò sulla fronte la ferita inferta dalla spina, un dono particolare di Cristo Crocifisso.

Nel terzo giovedì si medita sul matrimonio di Rita, questo è il pensiero del parroco Don Tommaso Mazzei che verte sull’esistenza del male: “Realtà della nostra esperienza di vita, il male assedia e disturba la nostra vita in tanti modi e causa divisioni rendendo complicate le nostre relazioni a tutti i livelli, in tutti gli spazi dove l’uomo vive. Alle nostre imperfezioni si aggiungono i condizionamenti sociali, i ritardi sulla via della pace e della giustizia. Non basta dire che nei tempi passati si stava meglio… Ogni periodo ha le sue ricchezze e le sue povertà.

Ma noi siamo credenti…E sappiamo che il male si vince con il bene,con la fede e la formazione,con l’educazione e l’ impegno,con la solidarietà che si fa cultura e stile di vita.
La fiducia in dio ci libera dalla paura e ci rende capaci di relazioni improntate all’accoglienza e alla condivisione. Riscopriamo l’esame di coscienza e il sacramento della confessione per ritrovare il senso di dio e il senso della vita”.

I 15 giovedì procedono la festa della santa degli impossibili, la quale ricorre il 22 maggio. Presso la Parrocchia crotonese a lei dedicata, le sante messe nei quindici giovedì si celebrano alle ore 8,00 e alle 18,00, concludendo la cerimonia con la preghiera e meditazione su un tratto della sua vita o di qualche virtù.