Tour di Medicina Legale negli States. Nella delegazione dell’Università Magna Grecia anche due crotonesi

Tour di Medicina Legale negli States. Nella delegazione dell’Università Magna Grecia anche due crotonesi

Si tratta della professoressa Isabella Aquila e del dottor Matteo Sacco

L’Università Magna Grecia di Catanzaro parla al mondo e lo fa con i suoi medici e ricercatori, anche crotonesi. La professoressa crotonese Isabella Aquila, ricercatrice in Medicina Legale, ha coordinato e presentato negli States, insieme agli specializzandi della medesima cattedra i lavori scientifici sulla fisiopatologia del virus studiata attraverso le autopsie COVID eseguite a Catanzaro in questi due anni e i meccanismi patologici alla base della persistenza del virus nel cadavere con analisi di metodiche pcr e immunofluorescenza a confronto.

Un tour lungo ed entusiasmante che ha visto brillare la scuola di specializzazione diretta dal prof. Ricci. Un progetto che sposa appieno la mission dell’Università Magna Grecia di Catanzaro che ancora una volta valica i confini nazionali e, in questo caso, addirittura quelli continentali. Nel gruppo partito alla volta del nuovo continente, un altro crotonese, lo specializzando Matteo Sacco. A completare il team i suoi colleghi Alessandro Tarallo e Saverio Gualtieri.

«E’ sempre una grande emozione rappresentare l’Italia e la nostra Università in un meeting forense così importante – ha detto al rientro in Calabria la professoressa Aquila, che da ben tredici anni partecipa a questo evento annuale -. Ci mancava tanto ritornare in presenza e poter condividere, confrontarsi ed interagire con esperti mondiali del settore. Ancora una volta i colleghi americani hanno potuto notare come l’Italia ed i medici italiani sono sempre attivi nell’interscambio culturale internazionale presentando innumerevoli ricerche scientifiche nel settore forense».

Quest’anno oltre il meeting la spedizione internazionale di Catanzaro ha coinvolto altre tappe. In primis il The King County Medical Examiner Office di Seattle. Una esperienza incredibile grazie alla creazione di una partnership internazionale voluta fortemente dalla prof. Aquila e dal dott. Richard Harruff (Medical Examiner in Chief of King County) che permetterà dei futuri periodi certificati di formazione internazionale per gli specializzandi che sceglieranno Catanzaro. Un tour formativo a 360 gradi soprattutto per i nostri medici in formazione presenti con la visualizzazione di tutto il dipartimento, i laboratori forensi di ogni genere, la catena di custodia ed analisi del cadavere, le sale autoptiche con operatori a lavoro e la visualizzazione di ben 11 esami autoptici in contemporanea in multisala con lezioni frontali dedicate.

«Siamo tornati – continua la ricercatrice – certamente fieri di ciò che già in Italia mettiamo in atto ma certamente rinnovati e con molte più informazioni ed acquisizione di metodi nuovi da mettere subito in pratica». Successivamente la delegazione dell’UMG di Catanzaro si è spostata in California dove la prof Aquila ha intrapreso. Una partnership iniziata nel 2020 tra la nostra medicina legale UMG e il Medical Examiner in Chief del Coroners Office of Los Angeles County nella persona del Dr. Jonathan Lucas con riconoscimento di visiting training presso il Coroners Office di Los Angeles. Poi l’approdo in Nevada dove la delegazione della medicina legale di Catanzaro ha effettuato una vera e propria attività investigativa, forense, autoptica sul posto. «Una meravigliosa ed unica esperienza – ha aggiunto la dottoressa Aquila -. Solitamente queste attività si vedono solo nei film ma in questo caso gli attori principali erano proprio i medici legali di Catanzaro. Sarà certamente fonte di ispirazione per migliorarsi e certezza per ciò che già si pratica nella nostra Unità Operativa».

Neanche il tempo di toccare il Bel Paese che la delegazione si è spostata in Portogallo, sede in cui, gli specializzandi e dottorandi della mediArticolocina legale dell’UMG hanno rappresentato l’Italia e la medicina legale dell’Università di Catanzaro in un importante meeting medico legale europeo con numerosi contributi scientifici.