Un altro borgo calabrese nella lista dei “più belli d’Italia”

Un altro borgo calabrese nella lista dei “più belli d’Italia”

Salgono a 17 i Borghi più belli d’Italia che si trovano in Calabria. Dopo Oriolo, Rocca Imperiale, Civita, Aieta, Buonvicino, Altomonte, Morano Calabro, Fiumefreddo Bruzio della provincia di Cosenza; Santa Severina e Caccuri della provincia di Crotone; Scilla, Gerace, Bova e Stilo della provincia di Reggio Calabria; Tropea della provincia di Vibo Valentia si aggiunge Badolato, comune della provincia di Catanzaro.

Grande e tanta la nuova attenzione mediatica e turistico-culturale attorno al piccolo borgo ionico, anche come esempio di rinascita e di borgo del Sud che prova a resistere all’isolamento territoriale ed al latente spopolamento, tipici del Mezzogiorno d’Italia. La scorsa Estate, infatti, il programma “Camper” di RA1 aveva chiuso una puntata con un bel servizio su Badolato, mettendo in vetrina il borgo, la costa ed il mare, le sue bellezze naturalistiche, paesaggistiche e storico-artistiche.

Nei giorni scorsi, infine, il borgo è finito tra le pagine della famosa rivista “Vanity Fair” con un articolo di Domenico Marcella intitolato “Badolato: la vita slow ed internazionale dell’antico borgo calabrese”, sui canali web e social del progetto di promozione turistica nazionale “Viaggio Italiano” del Ministero del Turismo e dell’ENIT/Agenzia Nazionale Turismo e su Radio Kiss Kiss grazie ad un intervista fatta al Sindaco e realizzata dai giornalisti della nota emittente radiofonica italiana.

L’importante notizia è stata comunicata al sindaco con una lettera formale del Consiglio Direttivo dell’Associazione Nazionale presieduta da Fiorello Primi a cui il Comune di Badolato aveva inviato proposta di adesione ufficiale, facendo seguito ad un iter procedurale avviato nel marzo 2021 dalla giunta Mannello grazie a pubblica e formale proposta congiunta avanzata all’Ente dalla Pro Loco di Badolato e dall’A.Op.T. “Riviera e Borghi degli Angeli”.

Nella lettera – precisa il sindaco Parretta – sono stati inseriti alcuni elementi critici riscontrati nel corso della visita, che devono essere gradualmente superati ed eliminati. Come amministrazione comunale, fin da subito, ci attiveremo con interventi risolutori perché non possiamo perdere questo importante treno de “I Borghi più Belli d’Italia”, che ha l’obiettivo di rivalutare il nostro bellissimo borgo e che avrà sicuramente ricadute a livello turistico, culturale, sociale ed economico su scala nazionale ed internazionale.

Il riconoscimento ottenuto premia il lavoro delle diverse amministrazioni che si sono alternate alla guida del paese. Sicuramente alcuni eventi del passato hanno consentito di portare il borgo sulla stampa nazionale ed internazionale. Infatti, si è creato un forte interesse su Badolato che ha consentito a numerosi stranieri e turisti di comprare case e ristrutturarle. Inoltre, molti di loro vi abitano qui per tutto l’anno, altri vi trascorrono le vacanze in diversi periodi medio-lunghi e durante le quattro stagioni. In questo contesto, un ruolo importante è stato svolto dagli operatori turistici privati con l’avvio di un interessante processo di internazionalizzazione».